Ultimo aggiornamento alle 13:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

buona sanità

Numeri eccellenti per la Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza

Sono oltre 164 i casi di tumori alla mammella riscontrati, operati, curati nell’ultimo anno. Il valore medio nazionale è di 150 casi

Pubblicato il: 14/02/2021 – 15:17
di Fabio Benincasa
Numeri eccellenti per la Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza

COSENZA Il lento e graduale smantellamento dei presidi sanitari territoriali, anche in Calabria, è coinciso con il costante allontanamento dei cittadini sempre più decisi a migrare verso altre regioni per ottenere le cure necessarie. Una situazione cristallizzata nei numeri del recente report di Demoskopica e relativo alla migrazione sanitaria. In particolare, con un indice medio di “fuga”, pari al 10,9%, lievemente in aumento rispetto all’anno precedente, il Sud si colloca in fondo per attrattività sanitaria dopo le realtà regionali del Centro con un indice di fuga pari all’8,8% e del Nord (6,9%). Ciò significa che, nei 12 mesi del 2018, la migrazione sanitaria dalle realtà regionali del meridione può essere quantificabile in ben 314 mila ricoveri. Il gap si riduce soltanto aumentando la qualità delle prestazioni offerte dalle strutture sanitarie regionali. Un pensiero condiviso dal commissario dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Isabella Mastrobuono, intervistata dal Corriere della Calabria. «Punteremo tantissimo sui servizi rivolti ai cittadini, aumentando l’offerta e la qualità. In questa delicata fase – aggiunge – abbiamo vaccinato tutti, anche gli addetti delle ditte che entrano nell’Ao, a breve concluderemo la somministrazione anche della seconda dose ed a quel punto potremmo davvero considerare i nostri ospedali sicuri e pronti a rispondere nuovamente alle esigenze dei pazienti».

Le eccellenze “nascoste”

«L’azienda che dirigo – sostiene Mastrobuono – può vantare straordinarie eccellenze nel campo medico e sanitario. Un esempio su tutti, nel reparto di chirurgia abbiamo ottenuto un dato che mi rende particolarmente orgogliosa. Sono oltre 164 i casi di tumori alla mammella riscontrati, operati, curati e guariti (in moltissimi casi) nell’ultimo anno. Il valore medio nazionale è di 150 casi e noi l’abbiamo abbondantemente superato. Questo vuol dire che la nostra Breast Unit funziona e bene». Ovviamente gli ottimi risultati raggiunti non riguardano solo il reparto di chirurgia ed un grande contributo dovrebbe arrivare anche «dal Mariano Santo, non appena saranno conclusi i lavori della nuova struttura».

Innovazione tecnologica

Il miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie offerte passa inevitabilmente dall’innovazione tecnlogica e si traduce nell’acquisto di macchinari di ultima generazione. «Per utilizzare al meglio la tecnologia è necessario stilare un programma e non comprare a caso, dice Mastrobuono. E’ uno dei temi che assegnerò al collegio di direzione (formato dai capi dei vari dipartimenti e dal personale medico, sanitario ed infermieristico) che avrà il compito di valutare le Health Technology Assessment (HTA). Stabiliremo modalità e  priorità dei nuovi macchinari».

Sanità in ginocchio, tutta colpa dei commissari?

E’ inutile, quando si parla di sanità in Calabria la mente corre veloce al periodo di commissariamento (ancora in corso) ed lavoro svolto da chi si è occupato della gestione di un settore perennemente al collasso. «Non credo sia colpa di un singolo o di un gruppo ristretto di persone – ribatte il commissario dell’Ao di Cosenza. Ad esempio, c’è un problema nel comunicare correttamente l’attività eccellente svolta dai nostri medici nei vari reparti. Non c’è la cultura del dato, l’importanza di mostrare i numeri». Ma non solo. «Un altro aspetto da sottolineare – continua – riguarda la mancanza di formazione, non solo manageriale. Per questi motivi – aggiunge – punterò sul governo clinico e il direttore sanitario Angelo Barbato (arriverà a breve) è un esperto in materia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb