Ultimo aggiornamento alle 21:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’interrogatorio

Titoli e diplomi falsi a Vibo, Michela e Michele Licata respingono le accuse

Gli indagati hanno risposto a tutte le domande del gip e contestato tutte le accuse

Pubblicato il: 04/03/2021 – 21:42
di Giorgio Curcio
Titoli e diplomi falsi a Vibo, Michela e Michele Licata respingono le accuse

REGGIO CALABRIA Si è svolto nel pomeriggio, nel carcere di Reggio Calabria, l’interrogatorio di Michela Licata, 22 anni, figlia dei coniugi Davide Licata e Rossella Marzano, finita in manette nel corso del blitz “Diacono” eseguito dai carabinieri del Comando di Vibo Valentia, l’1 marzo scorso, sotto il coordinamento della Procura di Vibo Valentia, guidata da Camillo Falvo.  L’indagata, difesa dall’avvocato Giuseppe Di Renzo e Bruno Vallelunga (in sostituzione di Giovanni Vecchio), alla presenza del pm, Ciro Luca Lotoro, e del gip Mario Miele, ha risposto a tutte le domande e contestato tutte le accuse. Gli avvocati difensori, intanto, hanno già annunciato la presentazione di istanza di scarcerazione presso il Tribunale della libertà.

L’interrogatorio di Michele Licata

Questo pomeriggio è stato interrogato anche un altro indagato, Michele Licata, difeso dall’avvocato Giovanni Vecchio. Il 77enne, che ha avuto problemi cardiaci ed è stato dimesso nella serata di ieri, è stato ascoltato dal gip, respingendo le accuse e spiegando tutti i fatti.

Gli altri interrogatori

Intanto hanno già risposto alle domande del gip i fratelli Davide, Jgor e Dimitri Licata, ma anche Rossella Marzano, attualmente posta ai domiciliari. Tutti gli indagati hanno respinto le accuse, così come Maurizio Piscitelli, l’ispettore scolastico e dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, finito anche lui in carcere. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb