Ultimo aggiornamento alle 13:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

emergenza sanitaria

Covid, il comune di Cariati dichiarato “zona rossa”

Il provvedimento è stato anticipato dal sindaco Greco che ha richiamato alla responsabilità: «Rispettiamo le regole, non pensiamo di essere furbi»

Pubblicato il: 17/03/2021 – 12:01
Covid, il comune di Cariati dichiarato “zona rossa”

CARIATI Sempre più critica la curva pandemica nella Sibaritide. Dopo Corigliano Rossano e Mirto Crosia finite in zona arancione scuro, il focolaio scoppiato a Cariati in questi giorni ha indotto il sindaco a confrontarsi con le autorità.
Il territorio sarà dichiarato zona rossa. È quanto fa sapere Filomena Greco, anticipando l’ordinanza regionale con un post su Facebook.  
«Visto il rapido aumento dei contagi da Covid-19 che si è verificato a Cariati negli ultimi giorni – scrive Filomena Greco – informo tutta la cittadinanza che, dopo interlocuzioni iniziate già sabato scorso con il direttore del Dipartimento di Prevenzione, Igiene e Salute pubblica dell’Asp di Cosenza, con la responsabile dell’Unità di crisi regionale per l’emergenza Covid e con la Prefettura, il presidente facente funzione della Regione Calabria emanerà un’ordinanza per l’istituzione della zona rossa per il Comune di Cariati al fine di contenere il contagio».
Il primo cittadino rimarca, poi, quanto sia difficile il momento. «Ognuno di noi deve rispettare tutte le regole imposte per il contenimento del contagio al fine di salvaguardare la nostra vita, quella delle nostre famiglie, dei nostri figli, dei nostri nonni e di tutti coloro con i quali possiamo entrare in contatto. Invito tutti a restare a casa, uscire solo in caso di stretta necessità o per motivi di lavoro, ad usare sempre la mascherina ed a lavare spesso le mani».
«I controlli delle forze dell’ordine e dei vigili urbani ci saranno – spiega ancora Filomena Greco – ma più che loro possono la nostra educazione civica, il nostro amore per noi stessi, per le nostre famiglie, per i nostri amici e per tutti coloro con i quali possiamo entrare in contatto. Non ci sono scuse per non fare la cosa giusta e non pensiamo di essere furbi e fighi nel fare assembramenti e non usando la mascherina: il virus non si fa prendere in giro da nessuno. Neanche da chi pensa di essere furbo. Mi raccomando – conclude il sindaco di Cariati – salviamo noi stessi e tutti i nostri cari». (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb