Ultimo aggiornamento alle 9:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

i tormenti dei vip

Per Nina Moric e Lele Mora multa e accompagnamento coatto a Locri

Provvedimento a carico della modella ex moglie di Corona, e dell’agente tv, assenti ingiustificati al processo sull’acquisto di una casa

Pubblicato il: 08/04/2021 – 20:56
Per Nina Moric e Lele Mora multa e accompagnamento coatto a Locri

LOCRI Multa e accompagnamento coatto, tramite i carabinieri, nella prossima udienza prevista per il 24 giugno. Sono stati questi i provvedimenti adottati oggi dal presidente del Tribunale di Locri Fulvio Accurso, a carico della modella e showgirl Nina Moric, ex moglie di Fabrizio Corona, e di Lele Mora, entrambi assenti ingiustificati e ambedue citati dalla difesa nell’ambito del processo a carico di 5 persone, due dei quali amici ed ex collaboratori dello stesso ex “re dei paparazzi”. Si tratta dell’avvocato Tommaso Delfino e di Marco Bonato, entrambi accusati di riciclaggio in relazione ad una parte di denaro che circa 10 anni fa sarebbe stata utilizzata per acquistare un appartamento a Milano, in via Cristoforis. Casa – in cui viveva Corona – del valore di circa 2,5 milioni di euro e ora da quasi due anni sottoposta a sequestro dall’autorità giudiziaria milanese. Il rogito per l’acquisto dell’immobile a Milano, secondo l’accusa, è stato effettuato a Locri e i soldi, suddivisi in 22 assegni circolari, versati da uno dei due collaboratori di Corona, su delega dello stesso, ai due ex proprietari della casa milanese, Pasquale Ceravolo e Giuseppina Gallo (entrambi deceduti), presunti venditori “fittizi” i quali a loro volta avrebbero girato le somme, sempre in base a quanto sostenuto dall’accusa, ad un pregiudicato reggino.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb