Ultimo aggiornamento alle 22:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il successo

Concorso “Città del vino”, dodici medaglie d’oro e una d’argento sono calabresi

Premiati vini Librandi e Brigante di Cirò, ma anche le cantine lametine Statti e Lento e le distillerie Caffo

Pubblicato il: 03/06/2021 – 15:07
Concorso “Città del vino”, dodici medaglie d’oro e una d’argento sono calabresi

CATANZARO «Il  bottino così cospicuo  di 12  medaglie d’oro e una di argento, conquistate al Concorso  internazionale di Città del vino, fanno rumore e producono un  bel  tintinnio solo a pronunciarlo: oro ai vini di Cirò ( Librandi e Brigante), oro ai vini di Lamezia (Cantina Lento e Cantina Statti), oro ai Viticoltori di Verbicaro, oro all’azienda Dell’Aera, oro ai due spumanti di Terra di Gerace, oro al passito  di Saracena ( Feudo dei Sanseverino, argento al vino biologico dell’azienda De Luca di Melissa  e per chiudere in bellezza oro alla grappa riserva di Caffo». 
A comunicarlo è Saveria Sesto, di Città del vino-Calabria e presidente al concorso della decima commissione di assaggio, che  con orgoglio sottolinea la grande affermazione della Calabria sia in termini di qualità che di rappresentatività.
La selezione, organizzata dall’Associazione nazionale Città del vino, che di recente si è tenuto a Castelvetro di Modena e’ andata oltre tutte le aspettative in termini di partecipazione (oltre 1400 campioni) dimostrando come le aziende vinicole italiane ed estere, pur con la crisi pandemica, siano caratterizzate da vitalità, intraprendenza, passione e tenacia.
I risultati del concorso sono una conferma dei vitigni autoctoni, Greco Bianco, Mantonico, Gaglioppo, Magliocco, Nerello e Moscato che sono identitari della Calabria e sono apprezzati per i profumi dei vini che esplodono in fragranza e per struttura, sapidità e ricchezza al palato.
Sono anche la dimostrazione che ogni territorio esprime la sua naturale vocazione da Saracena, a Cirò, Lamezia, Locri, Verbicaro, Simeri Crichi e che tutte le tipologia di vino superano a pieni punteggi   tutti gli standard : bianchi secchi, rossi, riserva, passito, spumanti e per finire la grappa, .
Un significato straordinario è da ascrivere a queste 13 medaglie nell’annus horribilis, alle quali attribuire la voglia di ripartire, la fiducia e il buon lavoro delle aziende che con le loro etichette esprimono la resilienza e il meglio dell’imprenditoria della Calabria sempre sostenuta dall’ Ass. nazionale di Città del vino in tutte le sue azioni.  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb