Ultimo aggiornamento alle 17:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

i nodi della politica

Catanzaro, tra manovre e incastri il centrodestra ridisegna i suoi equilibri

Il leghista Mancuso lascia Comune e Provincia per dedicarsi alla Regione e riapre i giochi. Tallini conquista nuovi spazi

Pubblicato il: 18/06/2021 – 16:06

CATANZARO Manovre politiche all’ombra delle Regionali e con le Comunali del 2022 all’orizzonte. Sono ore di particolare fermento, non privo di qualche spruzzata di tensione, per il centrodestra di Catanzaro, nel cui campo si registrano novità, movimenti e incastri che potrebbero ridisegnare gli equilibri soprattutto in vista della scadenza elettorale d’autunno per la conquista della Cittadella. Tra assi che si creano e si rompono nel volgere di giorni se non di ore, non è facile districarsi, ma intanto oggi nello schieramento si riscontra un dato, non del tutto inatteso per la verità, che scompagina un po’ i giochi. Questa mattina infatti Filippo Mancuso, triplo consigliere – comunale, provinciale e regionale – ha formalizzato le sue dimissioni dal Comune, che a loro volta automaticamente sono dimissioni dalla Provincia. Già un mesetto fa Mancuso aveva preannunciato questa volontà. motivata da una questione di opportunità politica, visto che alla Regione è con la Lega e al Comunque e (era) nel gruppo riconducibile al sindaco Sergio Abramo, ormai riallineato a Forza Italia, e oggi Mancuso ha ufficializzato il suo addio a Palazzo de Nobili, intendendo sgomberare il campo da equivoci sul cumulo dei ruoli istituzionali, ribadendo il suo impegno alla Regione e confermando comunque il suo sostegno ad Abramo. Fosse limitato solo a questo, il passo di Mancuso avrebbe un significato politico importante ma non relativo, e invece il passo ha un risvolto più profondo: Mancuso infatti lasciando la Provincia “libererà” un posto per l’ingresso di Andrea Amendola, consigliere comunale molto vicino al leader di Forza Italia Mimmo Tallini, che in questi giorni sta conquistando nuovi spazi e rafforzando il suo ruolo di baricentro non solo di Forza Italia ma dell’intero centrodestra nel Catanzarese.
Secondo molti osservatori politici in realtà tutto questi movimenti configurerebbero la nascita di un nuovo asse tra Tallini e Mancuso in vista delle Regionali. Regionali che sono uno spartiacque per tutto il centrodestra catanzarese, visto che alla tornata elettorale d’autunno guardano con particolare interesse anche Sergio Abramo, indicato dai boatos come possibile assessore nella (eventuale) giunta Occhiuto, e Baldo Esposito, oggi consigliere regionale della Cdl e dato in trattative (non facili…) con Forza Italia. Sottotraccia poi lavora Fratelli d’Italia, che nelle prossime ore potrebbe aggiungere nuove frecce al suo arco. (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x