Ultimo aggiornamento alle 19:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la pronuncia

«Lesi i diritti dei diversamente abili», il Tar sospende il diniego del Comune di Cirò Marina

Un imprenditore si era visto negare le autorizzazioni per realizzare un percorso assistito e un chioschetto per servizi ai disabili. Fissata la trattazione nel merito

Pubblicato il: 09/07/2021 – 21:19
«Lesi i diritti dei diversamente abili», il Tar sospende il diniego del Comune di Cirò Marina

CATANZARO La seconda sezione del Tar ha accolto l’istanza cautelare presentata da C., cittadino del Crotonese difeso dall’avvocato Francesco Pitaro, sospendendo l’efficacia del provvedimento di “Silenzio-inadempimento serbato dal Comune di C.”, “annullamento nota di diniego”, “accertamento-obbligo e nomina di commissario ad acta per avvio e conclusione e manifestazione di interesse pubblico”. Il decreto pronunciato dal giudice amministrativo, inoltre, «fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 28 luglio 2021» dove si deciderà nel merito per l’eventuale annullamento degli atti.
C., imprenditore disabile, aveva realizzato un percorso assistito e un chioschetto per servizi per disabili (wc, deposito carrozzelle) durante la stagione estiva 2020 in virtù di quanto prescritto dal “Piano Spiaggia Comunale” che prevede l’obbligo per il Comune di consentire alle persone disabili di poter godere della spiaggia e del mare. Per la stessa opera, C. ha richiesto l’autorizzazione anche per la stagione estiva 2021 vedendosi però rigettare la richiesta. Come motivo, il Comune sosteneva la necessità di avviare una manifestazione di pubblico interesse. Circostanza ritenuta «infondata» posto che «non vi erano operatori concorrenti».
L’odierno ricorrente aveva così notificato al Comune una diffida attraverso cui si chiedeva di «concludere entro un termine brevissimo la predetta manifestazione di interesse» riscontrando però l’inerzia quindi l’omissione dell’amministrazione contro le quali veniva presentato ricorso al Tar.
Già in via cautelare risulterebbero, «stante l’urgenza e l’improcrastinabilità», lesi in modo grave ed irreparabile i diritti e gli interessi, «oltre che dell’imprenditore disabile anche dell’intera collettività e delle persone disabili alle quali viene impedito sostanzialmente di poter accedere alla spiaggia ed al mare». Motivazione che spunto quindi il giudice a pronunciare la sospensione del provvedimento di rigetto del comune e autorizzando l’imprenditore disabile C. a installare il percorso assistito e il chioschetto per i servizi per come previsto dal “Piano Spiaggia”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb