Ultimo aggiornamento alle 21:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa e i dubbi

Vaccinazioni nelle farmacie calabresi, Federfarma: «Un servizio in più per il cittadino»

Dal 19 luglio gli over 60 potranno usufruire del servizio. Dubbi dall’Ordine: «Rischio flop se Regione non vincola a Johson&Johnson»

Pubblicato il: 17/07/2021 – 10:51
Vaccinazioni nelle farmacie calabresi, Federfarma: «Un servizio in più per il cittadino»

CATANZARO Parte la vaccinazione in farmacia. Da lunedì 19 luglio, infatti, tutti gli over 60 potranno scegliere di vaccinarsi in una delle farmacie sul territorio calabrese che ha dato adesione al progetto “Vaccinazione in farmacia”.
In Calabria le farmacie che hanno dato adesione al progetto sono circa 400 dislocate in tutte le province. Affinché la vaccinazione avvenisse in farmacia, i farmacisti hanno dovuto seguire dei corsi organizzati dall’Istituto Superiore della Sanità e da altri enti quali l’Utifar, che hanno compreso forme di tutoraggio da parte di altri professionisti sanitari quali medici ed infermieri professionali.
«È stata data esecuzione dell’ultimo passaggio del Protocollo d’intesa firmato ad aprile di quest’anno per la vaccinazione in farmacia nell’ambito sperimentale della farmacia dei servizi. Un passaggio importante per i cittadini calabresi che potranno scegliere anche di vaccinarsi nella propria farmacia di fiducia – afferma Vincenzo Defilippo, Presidente di Federfarma Calabria-. In Calabria le farmacie costituiscono da sempre un punto di riferimento, soprattutto nei piccoli paesi lontani dai grandi centri urbani. Con questo nuovo progetto si compie un ulteriore e importante passo verso l’attuazione di quella “farmacia dei servizi”, su cui Federfarma sta investendo tante energie da anni e che trovano grande accoglimento tra i cittadini».
«Si prenoterà direttamente in farmacia, portando con sé la tessera sanitaria. Per ora il vaccino che verrà inoculato sarà il Vaccino Janseen, monodose, che, in linea con le indicazioni del Ministero e di Aifa, verrà riservato alle persone di età superiore ai 60 anni non fragili – spiega Alfonso Misasi, Segretario di Federfarma Calabria – un target d’età che si è visto essere ancora molto scoperto. La finalità è ovviamente coprire il più possibile e più velocemente la popolazione in modo da raggiungere l’immunità della comunità anche dalle possibili varianti. Si tratta di una nuova, importantissima fase della nostra campagna vaccinale. L’abbiamo fortemente voluta per consentire a tutti i calabresi, soprattutto quelli che abitano nei piccoli centri, di potersi vaccinare al più presto. Tutto ciò rappresenta anche un’altra concreta attuazione della nostra volontà di portare il vaccino alle persone nella maniera più capillare possibile. Adeguare al sistema vaccinale regionale le farmacie della Calabria è stato un impegnativo lavoro di coordinamento: abbiamo dovuto mettere a punto un insieme di circa 400 PVT (punti vaccinali triage), con capacità dimensionali ridotte e differenti, predisporre con estrema attenzione il sistema di prenotazione delle dosi per ciascuna farmacia adeguato alla singola capacità di vaccinazione e quello di consegna dall’azienda al distributore e poi alla farmacia».

«Rischio flop senza vincolo a Johson&Johnson»

I farmacisti della Calabria sono in allarme: la Regione Calabria ha comunicato in via informale che nelle farmacie arriveranno solo i vaccini Janssen (Johnson & Johnson), la marca che l’Aifa consiglia di somministrare solo agli over 60. Per segnalare questa grave anomalia i rappresentanti di 4 province su 5 hanno incontrato i giornalisti nella sede dell’Ordine di Catanzaro.
Assieme al presidente locale dott. Vitaliano Corapi c’erano quello della provincia di Crotone dott. Levino Rajani, il dott. Massimo De Fina, presidente dell’Ordine e di Federfarma Vibo Valentia, il dott. Ettore Squillace presidente Federfarma Reggio Calabria ed il dott. Oreste Gualtieri, vicepresidente Federfarma Crotone.
Proprio i farmacisti della provincia pitagorica hanno iniziato a vaccinare con tutte le marche già da lunedì scorso ma ora si sono fermati in seguito alla nota di Longo in attesa di chiarimenti. Da lunedì 19 il servizio dovrebbe partire in tutte le farmacie che ne hanno fatto richiesta.
Fortunatamente anticipazioni filtrate dagli uffici del commissariato regionale alla Salute danno per imminente una comunicazione in senso positivo della vicenda. Ma intanto i farmacisti restano in stato di allerta e chiedono al commissario Longo di allineare la Calabria al resto d’Italia. Se infatti non dovesse essere revocata l’indicazione monopolistica di un solo vaccino, le farmacie calabresi avrebbero in pratica un ruolo marginale nella campagna di vaccinazione, contrariamente ad intenti e protocolli nazionali firmati. Secondo i dati più recenti infatti quasi tutti i pazienti cui è stato consigliato il vaccino Jansen hanno avuto copertura di prima ed anche di seconda dose; per cui il numero di persone da vaccinare, specie nelle farmacie rurali, non potrà che ridursi drasticamente a pochissime unità. A prescindere da tale questione, in corso di chiarimento si spera già nelle prossime ore, resta inteso che in tutte le farmacie si potrà continuare regolarmente ad effettuare tamponi con relativo rilascio di green pass temporanei.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x