Ultimo aggiornamento alle 22:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la nota

Sacal, Muraca: «Discutibile la gestione dei passeggeri a ridotta mobilità»

L’ex vicepresidente della società: «Difficoltà che causa anche ritardi ai voli». «Alcuni stagionali ancora senza lavoro»

Pubblicato il: 23/07/2021 – 13:08
Sacal, Muraca: «Discutibile la gestione dei passeggeri a ridotta mobilità»

LAMEZIA TERME «La decisione di Sacal di esternalizzare in parte la gestione del servizio Prm, adibito all’assistenza e sicurezza alle persone a ridotta mobilità appare molto discutibile, così come preoccupante si appalesa lo stato delle relazioni sindacali, sempre più compromesse, della società aeroportuale». Lo scrive in una nota Luigi Muraca, ex vicepresidente della società. «I vertici di Sacal devono tenere conto che l’azienda, a prevalente capitale pubblico, deve avere un confronto costruttivo con i sindacati e deve avere a cuore le questioni che riguardano il personale; in particolare, se è prevista una crescita sull’aeroporto di Lamezia per il mese di Agosto 2021 intorno al 90% rispetto ai mesi di pandemia, bisogna immaginare di mettere gli stagionali in condizioni di lavorare. E’ spiacevole apprendere che gli aerei partono ed arrivano in ritardo per le difficoltà legate ai passeggeri con ridotta mobilità e, purtroppo non vengono richiamati in servizio 10 lavoratori che operano nel settore Prm, i quali hanno maturato una specifica e datata professionalità nell’assistenza alle persone con problemi di mobilità».

«Garantire l’occupazione ai lavoratori stagionali»

«In riferimento ai lavoratori stagionali – continua la nota – con la ripresa dei voli in significativa crescita, si può ipotizzare certamente di garantire l’occupazione anche alle 11 unità lavorative dell’ultimo gruppo, per completare un inserimento che, in ragione dell’aumento del traffico aereo, si rende necessario per non sovraccaricare di lavoro gli attuali operatori ed anche per dare ossigeno alle famiglie di questi lavoratori stagionali, i quali, nel corso degli anni, nei mesi estivi, con la loro attività, hanno garantito l’efficienza degli scali calabresi. Infine dai vertici Sacal – conclude Muraca – anche alla luce del pregresso sciagurato definanziamento, ci si aspetta al più presto un progetto sulla nuova aerostazione di Lamezia, che sia oggetto di approfondimento ed accurata valutazione da parte dei soci e che sia un biglietto da visita per chi entra ed esce dalla Calabria, non un semplice e micragnoso restyling dell’attuale aerostazione, oramai palesemente inadeguata».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x