Ultimo aggiornamento alle 11:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la denuncia

Ospedale Lamezia, «funzionano solo due ascensori dove si trasportano sia pazienti che spazzatura»

L’associazione Malati cronici: «Circola di tutto nello stesso spazio. In tempi di Covid zero igiene e distanziamento»

Pubblicato il: 13/09/2021 – 11:30
Ospedale Lamezia, «funzionano solo due ascensori dove si trasportano sia pazienti che spazzatura»

LAMEZIA TERME L’associazione Malati cronici della Piana lametina denuncia il malfunzionamento degli ascensori e la negligenza nel rispetto delle norme anti Covid nel nosocomio della città. «Continua l’attività sui diversi servizi e non si può non constatare la gravità di quanto accade. Solo due ascensori funzionanti su quattro – dichiara l’associazione – e in questi due si trasporta di tutto. Barelle con pazienti, visitatori e malati, cibo e spazzatura trovano modo di circolare negli stessi spazi ristretti. È assai curioso che in tempo di Covid proprio in ospedale ci si dimentica di igiene e distanziamento. Sanificazione? – incalza l’associazione -Beh, che sarà mai? Ci viene spontaneo domandarci, per come d’altronde fatto più volte, medici, dirigenti, personale ospedaliero, direttori considerano normale tutto questo? Nonostante i divieti? I commissari non sono mai venuti in ospedale o forse non hanno mai fatto uso degli ascensori? Che senso ha impedire l’ingresso nei vari reparti e persino al pronto soccorso a chi è privo di green pass, se non dopo aver fatto il tampone, nel perdurare di questa situazione e di fronte a occhi che non vedono e orecchie che non sentono? La politica? – conclude l’associazione Malati cronici – meglio tacere.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb