Ultimo aggiornamento alle 22:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la visita

Di Maio a Reggio: «I sondaggi sono fatti per essere smentiti». E su Bruni: «Orgoglioso di questa candidatura»

Il ministro degli Esteri incontra imprese e candidati. Bruni: «Oliverio e de Magistris responsabili dell’eventuale vittoria del centrodestra»

Pubblicato il: 17/09/2021 – 21:25
Di Maio a Reggio: «I sondaggi sono fatti per essere smentiti». E su Bruni: «Orgoglioso di questa candidatura»

REGGIO CALABRIA «I sondaggi sono fatti per essere smentiti» così risponde il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a chi gli chiede un commento sulle recenti proiezioni elettorali calabresi. La coalizione di centrosinistra, che comprende anche i Cinquestelle, rincorrerebbe un gap di 20 punti percentuali, ma la strada verso il 3-4 ottobre è ancora lunga. Nel frattempo, il rappresentante del governo Draghi, ministro negli ultimi tre esecutivi, arriva in Calabria, alla Camera di Commercio di Reggio, accolto dal presidente Antonino Tramontana per discutere con le imprese locali di crescita e prospettive. In queste ore, una componente – comunque minoritaria – di pentastellati ha eletto il nuovo “comitato di garanzia” dove il suo nome compare vicino a quello di Virginia Raggi e Roberto Fico tra i più votati. «Continua il nuovo corso del Movimento 5 Stelle che sta costruendo Giuseppe Conte. – dice Di Maio – Stiamo cercando di dare vita a una forza politica rinnovata anche negli organi. Vogliamo dare nuovo impulso a un movimento che ogni volta viene dato per morto e invece torna più forte di prima. C’è un grande fermento sui territori, anche intorno ai nostri candidati».
Ad attenderlo, nella città dello Stretto, oltre alla candidata Amalia Bruni c’è una nutrita componente di deputati e senatori pentastellati tra cui gli onorevoli Misiti e Tucci ai quali si accompagnano, tra gli altri d’Ippolito, Auddino e il sottosegretario Nesci. Dopo l’incontro, il ministro si sposta infatti a cena per incontrare i volti che rappresenteranno il movimento in questa traversata elettorale.

«Sono orgoglioso della candidatura di Amalia Bruni»

«Sono qui anche per Amalia Bruni, una professoressa. – dice il pentastellato – Sono veramente orgoglioso di questa candidatura in Calabria. E sono qui anche per parlare con le imprese alla Camera di Commercio di Reggio Calabria, dove discuteremo delle eccellenze di questo territorio. In questi primi sei mesi, il trend delle imprese calabresi nel mondo potrebbe battere i numeri di sempre non solo grazie alle eccellenze produttive, ma anche grazie alla candidatura di Amalia Bruni, un’eccellenza di questo territorio, che rappresenta una regione che non ha niente da invidiare alle altre». Un percorso, secondo Di Maio, appena iniziato e che dovrà eventualmente tradursi in una sinergica missione di governo posto che «nessuna giunta regionale ce la può fare da sola: ha bisogno di un governo, dei sindaci che le stiano accanto. E questa candidatura può davvero rappresentare un’occasione di riscatto». «L’alleanza col Pd – aggiunge – esiste ormai in tante parti d’Italia, fin dallo scorso anno su tanti territori, portando a casa ottimi risultati. Questa alleanza cresce e si rafforza dal governo Conte-bis, che ci ha permesso di vincere il confronto a Bruxelles sul Recovery Fund». La candidata di centrosinistra, presente all’incontro, dal canto suo riconosce la vicinanza «fin dall’inizio» del Movimento 5 stelle che «più volte, anche negli anni passati, mi aveva richiesto candidature».

Bruni: «Oliverio e de Magistris dovranno assumersi loro responsabilità politiche»

Come detto già nei giorni scorsi, Bruni ribadisce, parlando degli altri due candidati (ritenuti nell’ambito del centrosinistra, ma gareggianti in proprio) Oliverio e de Magistris: «Devono assumersi la responsabilità politica di quanto mi auguro non accada. Sono fiduciosa nei calabresi che vogliono dare una svolta a questa terra». E richiama al «voto utile» e ancor prima al voto: «I cittadini devono dare un voto utile, votando l’ampia coalizione di centrosinistra e non altri che potrebbero ingrossare il centrodestra». Sull’eventualità di rimanere fuori dal consiglio regionale, Bruni chiosa: «Non è una preoccupazione. Il mio obiettivo è quello di dare un contributo forte a questa terra e non quello di occupare uno scranno». (f.d.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb