Ultimo aggiornamento alle 22:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

chiesa

«Accogliamo con grande gioia il vescovo Nostro, ci sosterrà con saggezza»

A Roma l’ordinazione episcopale del presule che guiderà la diocesi di Mileto (e che sogna Bartali beato). Il saluto della Nesci e Cavallaro

Pubblicato il: 25/09/2021 – 19:34
«Accogliamo con grande gioia il vescovo Nostro, ci sosterrà con saggezza»

ROMA È stato ordinato vescovo, questo pomeriggio, nella basilica di San Giovanni in Laterano monsignor Attilio Nostro, finora parroco a Roma e scelto da Papa Francesco
come nuovo vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Nel discorso che ha tenuto alla fine della celebrazione, presieduta dal cardinale vicario Angelo De Donatis, mons. Nostro ha parlato del suo desiderio di vedere Gino Bartali verso la beatificazione, cominciando dal riconoscimento delle virtù eroiche. «San Mattia – ha detto riferendosi alla sua parrocchia romana di provenienza – ha dentro di sé un desiderio ancora incompiuto che ho espresso già al Santo Padre quattro anni fa, di vedere riconosciute le virtù eroiche di Gino Bartali a cui noi abbiamo dedicato l’oratorio. Mi piace il ciclismo, sappiatelo», ha concluso rivolgendosi ai fedeli della sua diocesi».

Il saluto della sottosegretaria Nesci


«Mi unisco con viva partecipazione agli auguri della comunità di Mileto-Nicotera-Tropea a sua Eccellenza Monsignor Attilio Nostro in occasione della sua ordinazione episcopale. Salutiamo con grande gioia l’arrivo del vescovo Nostro, ringraziando Sua Santità Papa Francesco per averlo chiamato a svolgere il ministero episcopale nella nostra diocesi, e siamo lieti di accoglierlo nella sua amata terra natale». Lo ha dichiarato la sottosegretaria di Stato per il Sud e la coesione territoriale Dalila Nesci, che ha partecipato alla cerimonia di ordinazione episcopale di monsignor Attilio Nostro. «La nostra comunità – ha aggiunto – esprime da sempre un profondo sentimento di unità e di solidarietà che trova nella diocesi il suo più alto punto di riferimento. Monsignor Nostro intraprende la sua missione pastorale in una fase significativa, di rinascita e ripartenza della socialità. Siamo certi che saprà incarnare lo spirito di fratellanza del nostro territorio, guidandoci con grande saggezza in un comune percorso di pace e speranza nel futuro», ha concluso la sottosegretaria Nesci.

Il saluto di Cavallaro

«Accolgo con gioia l’ingresso nella comunità Vibonese del nuovo Vescovo, monsignor Attilio Nostro,  ordinato oggi nella Basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma. Intense le sue parole nel corso della celebrazione, soprattutto quando ha parlato dei simboli ricevuti per il suo nuovo percorso di fede». Lo afferma, in una nota,  il segretario generale della Cisal, Francesco Cavallaro, che ha partecipato alla cerimonia di ordinazione episcopale di mons.
Nostro. «La provincia di Vibo – aggiunge Cavallaro – ha necessità di ritrovarsi in sentimenti di fratellanza e di coesione sociale per superare le profonde difficoltà che purtroppo caratterizzano questa fase storica della società. Al vescovo Nostro buon lavoro, con l’auspicio di poter avviare un proficuo rapporto di collaborazione e di condivisione, ognuno nei rispettivi ambiti, nell’interesse esclusivo della collettività»

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb