Ultimo aggiornamento alle 9:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

verso il voto

I big di Forza Italia per Occhiuto, Tajani: «Verso una Calabria moderna». Brunetta: «Stop precariato»

Il coordinatore Fi e il ministro a Reggio sfilano a Reggio e rilanciano il sostegno al leader del centrodestra; : «Con lui svolta per la Regione»

Pubblicato il: 30/09/2021 – 20:47
I big di Forza Italia per Occhiuto, Tajani: «Verso una Calabria moderna». Brunetta: «Stop precariato»

REGGIO CALABRIA Tra la folla festante di Piazza Duomo sfilano i candidati delle liste di Forza Italia e Forza Azzurri nella circoscrizione Sud a sostegno di Roberto Occhiuto. Oltre al candidato presidente della Regione e ai coordinatori Mangialavori e Cannizzaro (rispettivamente regionale e provinciale) spiccano le presenze del coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani e dello storico esponente nonché ministro per la Semplificazione e per la Pubblica Amministrazione.
La campagna elettorale è ormai agli sgoccioli ma le bandiere tricolore del partito di Silvio Berlusconi sventolano, ancora una volta, acclamando il capogruppo alla Camera «e futuro presidente della Calabria» come se già fosse il 5 ottobre.

Tajani: «Mi aspetto una Calabria moderna»

«Mi aspetto – dice Tajani – una Calabria moderna, la Calabria di Roberto Occhiuto, che non è assistita, che cresce attraverso il turismo, l’agricoltura, le imprese, le infrastrutture». Il coordinatore forzista invita i cittadini ad «alzare la testa» in quanto espressione di una regione che non vuole essere sottomessa «né al Sud né a Roma, ma che sa utilizzare nel modo migliore tutte le opportunità».
Tra queste sicuramente il Pnrr che è solo uno dei tanti strumenti che possono portare linfa nei settori strategici della regione. «Il Sud merita molto di più, merita lavoro, ecco perché noi continuiamo a dire che bisogna battere cuneo fiscale, mettere le imprese, anche quelli calabresi nelle condizioni di crescere, di creare occupazione noi dobbiamo arrivare a risolvere il problema della disoccupazione giovanile, non sono in Calabria e in tutto il Sud questo è un impegno prioritario per noi». 
«Siamo assolutamente convinti che la presenza di Occhiuto alla guida della Regione Calabria, sostenuto dal governo e da Bruxelles possa rappresentare un momento di svolta per questa regione».

«Sostegno al Sud attraverso il Pnrr»

«Noi – continua Tajani – siamo assolutamente favorevoli ad un sostegno importante del Sud attraverso il Pnrr». In tal senso il governatore Fi ricorda l’incremento degli investimenti per il Mezzogiorno di 10 punti percentuali (dal 30 al 40%) da parte dell’ultimo esecutivo. «Questo grazie ai ministri Forza Italia» dice. Una battuta anche per Ponte sullo Stretto, tra le battaglie del Partito, non inserito nel piano di investimenti: «noi continueremo a batterci perché ci sia il Ponte sullo Stretto perché Reggio Calabria possa essere una città non isolata, ma un passaggio verso la Sicilia». L’infrastruttura significherebbe «alta velocità, incremento delle presenze turistiche, crescita economica per questa città, per l’intera regione calabrese, ma di tutto il Sud».
“Per quanto riguarda il catasto non ci sia una riforma che faccia aumentare di un euro la pressione fiscale”. Lo ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, a Reggio Calabria per il comizio conclusivo della campagna elettorale a sostegno di Roberto Occhiuto, candidato alla presidenza della Regione Calabria. 
Un’ultima battuta sulla riforma del catasto che Tajani definisce «inaccettabile».
«Noi abbiamo proposto di fare prima una ristrutturazione del catasto con il digitale, cioè digitalizzare tutto il catasto attraverso il Pnrr e poi si vedrà. Quindi per adesso nessuna riforma del catasto. Il pericolo è che qualche alto funzionario di sinistra voglia mettere le zampe sul catasto per infilare nuove tasse. Questa è una ragione di esistenza della nostra presenza al governo, la casa non si tocca».

Brunetta: «Basta precariato»

«Stiamo bandendo centinaia di migliaia di posti di lavoro per rinnovare la pubblica amministrazione in tutto il Paese. La Calabria ha bisogno di giovani, di giovani nella burocrazia, di efficienza, qualità, dei migliori. Ho detto in tutti i miei incontri “basta precariato”, non voglio più sentire questa parola» dice il ministro per la Semplificazione della Pubblica Amministrazione. «Mi sono impegnato a risolvere il precariato in Calabria come in tutta Italia. Basta questa parola che è offensiva, per chi si definisce precario di un tipo piuttosto che dell’altro tipo, basta tutto questo. Noi abbiamo bisogno di gente orgogliosa di lavorare per lo Stato, per la pubblica amministrazione, per il Comune, per la Regione, perché deve fornire servizi alle famiglie, alle imprese, una buona sanità, la buona burocrazia, la buona sicurezza». L’insolito sogno di Brunetta, confessa, è quello di «vedere la Calabria come l’Irlanda» così argomentando: «ll lavoro pubblico è catalizzatore dello sviluppo. Noi sblocchiamo la Calabria se partiamo dal lavoro pubblico che aiuta il lavoro privato a fare della Calabria l’Irlanda d’Europa. Anche l’Irlanda era l’ultimo paese d’Europa, ed è diventato uno dei primi. Ecco il mio sogno è di vedere la Calabria come l’Irlanda, una bellissima immagine con una prospettiva straordinaria di crescita».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x