Ultimo aggiornamento alle 23:21
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’emergenza

Bilanci mai approvati o bocciati, la contabilità “orale” della sanità calabrese resta la regola

Le risultanze negative dell’ultimo Tavolo Adduce: tra le situazioni critiche quelle dell’Asp di Reggio Calabria e della Gestione accentrata

Pubblicato il: 18/10/2021 – 7:11
Bilanci mai approvati o bocciati, la contabilità “orale” della sanità calabrese resta la regola

CATANZARO Bilanci mai approvati, quei pochi bilanci approvati con il parere contrario dei collegi sindacali, il “vulnus” dell’Asp di Reggio Calabria e della Gsa (la Gestione sanitaria accentrata). L’ultimo verbale del Tavolo Adduce, il tavolo di monitoraggio sull’attuazione del piano di rientro della sanità calabrese, mette ancora il dito sulla piaga forse più grave del settore: la contabilità in buona parte orale delle varie aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria.

Stato degli adempimenti anno 2018

Nel verbale della seduta dell’Adduce (quella del 22 luglio scorso), si elencano anzitutto i decreti con i quali il commissario Longo ha bocciato una serie di bilanci 2018-2019: in totale sono 11 su 13, a salvarsi dalla scure commissariale sono stati solo il bilancio 2019 dell’Ao di Cosenza (approvato con prescrizioni) e il bilancio 2019 dell’Ao di Reggio (approvato con prescrizioni anche questo). Quindi, le altre note dolenti, ricavate dal Tavolo Adduce dalle tabelle allegate dall’Agenas. Con riferimento allo stato degli adempimenti dei bilanci anno 2018, dal verbale emerge «che hanno ricevuto parere favorevole dei collegi sindacali i bilanci 2018 dell’Asp di Crotone e dell’Ao di Reggio Calabria. Ha ricevuto parere favorevole con osservazione del collegio sindacale il bilancio dell’Ao di Cosenza. Hanno ricevuto parere non favorevole dei collegi sindacali i bilanci dell’Asp di Catanzaro, dell’Asp di Vibo Valentia (con riferimento alla prima delibera), dell’Ao di Catanzaro e dell’Aou Mater Domini. Non risultano adottati i bilanci dell’Asp di Reggio Calabria dal 2013 al 2018 e i bilanci della Gsa per gli anni 2015-2018. Tavolo e Comitato – prosegue il verbale – rilevano ancora una volta la gravità concernente la mancata adozione dei bilanci 2013-2018 della Asp di Reggio Calabria. Chiedono nuovamente notizie sulla mancata adozione del bilancio della Gsa con riferimento agli esercizi 2015, 2016, 2017 e 2018. Tavolo e Comitato invitano la struttura commissariale a risolvere le criticità rappresentate con i Collegi sindacali, al fine della successiva approvazione dei bilanci da parte della struttura commissariale. Tavolo e Comitato… rimangono in attesa di aggiornamenti».

Stato degli adempimenti anno 2019

Nè le cose migliorano con riferimento ai bilanci 2019. Dal verbale dell’Adduce emerge che «l’adozione dei direttori generali è stata deliberata da tutte le aziende sanitarie esclusa l’Asp di Cosenza e la Gsa. Hanno ricevuto parere favorevole del Collegio sindacale il bilancio dell’Asp di Crotone, dell’Ao di Cosenza e dell’Ao di Reggio Calabria. Le restanti aziende hanno ricevuto il parere non favorevole da parte dei rispettivi collegi sindacali e sono stati adottati da parte della struttura commissariale i Dca di non approvazione dei bilanci medesimi. Non risulta adottato il bilancio 2019 della Gsa. Tavolo e Comitato rilevano il persistere delle criticità sulla Gsa anno 2019 a cui si aggiunge, in particolare, la mancata approvazione da parte del commissario ad acta del bilancio 2019 della Asp di Reggio Calabria… Il commissario ad acta richiama peraltro il parere del Collegio sindacale dell’Asp di Reggio Calabria laddove rileva “che l’Azienda risulta ancora sprovvista dei bilanci relativi agli esercizi 2013 – 2014 – 2015 – 2016 – 2017 – 2018. L’adozione dei predetti bilanci, infatti, è inscindibilmente propedeutica e collegata alla sistemazione, tra l’altro, delle cosiddette poste debitorie pregresse, a tutt’oggi mai effettuata…». In conclusione – si riporta nel verbale del Tavolo Adduce – «Tavolo e Comitato restano in attesa delle iniziative della struttura commissariale volte a superare le criticità presenti, anche in relazione alla struttura amministrativa delle aziende, ai fini dell’adozione dei bilanci consolidati regionali e dell’approvazione di detti bilanci da parte della struttura commissariale. Si richiamano i ritardi pluriennali nelle procedure di assunzione di personale amministrativo per il potenziamento degli organici aziendali».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x