Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’affondo

«Gli ammiccamenti a destra di Magorno hanno creato disaffezione verso Italia Viva»

La denuncia di Anna Maria Brunetti e Antonio Palermo, coordinatori provinciali di Cosenza

Pubblicato il: 18/10/2021 – 14:17
«Gli ammiccamenti a destra di Magorno hanno creato disaffezione verso Italia Viva»

COSENZA «Leggendo le sue ultime dichiarazioni, come possiamo non condividere le preoccupazioni del senatore Magorno sui numeri del tesseramento della provincia di Cosenza? Certamente egli stesso avrà incontrato difficoltà a partire dal suo stesso comune, dove ad oggi risulta un unico tesserato, egli stesso. E come tutti noi anche lui avrà vissuto con vivo dispiacere e profondo rammarico il distacco dal nostro partito di una consistente parte di storici militanti, nel marzo di quest’anno, come l’On. Stefania Covello, la Consigliera Comunale di Cosenza Bianca Rende e tanti altri nostri iscritti in tutta la provincia, i quali in una nota dell’epoca esprimevano forti dubbi sulla linea regionale di Italia Viva e sulle esternazioni dello stesso Magorno in merito a possibili accordi con la destra, richiamate a più riprese dalla stampa locale ma poi per fortuna evitati dopo l’assemblea provinciale di Cosenza che ha sancito con tanto di documento ufficiale votato all’unanimità la ferma adesione al campo del centrosinistra». Lo scrivono Anna Maria Brunetti e Antonio Palermo, coordinatori provinciali di Italia Viva.

«Defezioni importanti di interi pezzi del nostro partito – scrivono – e che sono continuate in questi mesi e a cui potrebbero seguirne altre nella malaugurata ipotesi, ad esempio, che Italia Viva, a livello regionale, continui ad alimentare il dannoso esercizio delle decisioni d’imperio, non opportunamente condivise nelle sedi statutarie. Non è lontana, infatti, da non poter essere ricordata la vicenda della candidatura “autonoma” alla Presidenza della Giunta Regionale del senatore Ernesto Magorno, offerta prima e ritirata subito dopo, entrambe le volte in maniera del tutto verticistica, senza la minima condivisione con i dirigenti e men che meno con gli iscritti, come evidenziato proprio dagli stessi nell’assembla ultima della provincia di Cosenza. Così come evidentemente ha creato grande disaffezione verso il nostro partito il continuo ammiccamento a destra, le tante dichiarazioni del Senatore Magorno in questa direzione, finanche verso la Lega di Salvini». «Vicende ed affermazioni queste – scrivono ancora Anna Maria Brunetti e Antonio Palermo – che hanno creato in tanti iscritti, militanti, simpatizzanti, distacco e in alcuni casi il disimpegno e la fuoriuscita dal nostro partito nonostante l’affetto e la condivisione ancora ferma e convinta verso il nostro leader Matteo Renzi e Italia Viva. E, da ultimo, come non ricordare l’incomprensibile “astensione” alle amministrative di Cosenza, capoluogo di Provincia, in cui non è stata presentata la lista di Italia Viva, e non è stata detta una parola a favore del candidato del centro sinistra Franz Caruso arrivato al ballottaggio, nonostante la scelta chiara fatta in questa direzione dall’assemblea provinciale di Cosenza e ribadita opportunamente nei giorni scorsi, dopo il primo turno, con una comunicazione ufficiale da parte di noi coordinatori provinciali. E ciò nel mentre il partito nazionale dichiara apertamente il proprio convinto sostegno a tutti i candidati di centrosinistra presenti al ballottaggio in tutte le città d’Italia chiamate al voto. Fa bene allora il Senatore a preoccuparsi. Forse fa meno bene a non interrogarsi sui motivi di queste defezioni e di questi abbandoni che certamente a ben vedere potrebbe rinvenire in molte sue scelte e dichiarazioni. E fa ancora meno bene certamente ad eludere il rapporto democratico con i dirigenti del suo partito e soprattutto la totalità degli iscritti che, al momento, risultano convinti di essere iscritti a Italia Viva e non ad altri partiti, e certamente non di destra. Di ciò ed altro discuteremo insieme nella prossima assemblea provinciale di Cosenza che si terrà da qui a qualche giorno».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x