Ultimo aggiornamento alle 15:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il processo

Omicidio Dimova, escussi i Ris. La difesa contesta la conservazione dei reperti

Dopo cinque ore di udienza, la Corte ha rinviato alla prossima udienza per il prosieguo con gli ulteriori testi del Pm

Pubblicato il: 18/10/2021 – 20:19
Omicidio Dimova, escussi i Ris. La difesa contesta la conservazione dei reperti

COSENZA Questa mattina, in Corte d’Assise a Cosenza, l’udienza del processo che mira a far luce sull’omicidio di Anelya Dimova. Sono stati escussi, oltre ad alcuni Carabinieri del nucleo Provinciale di Cosenza, anche i militari del Ris di Messina in merito agli accertamenti dattiloscopici e genetici. I militari hanno descritto le operazioni di prelevamento dei vari reperti, cui sono stati associati diversi campioni e di confronto dei risultati. Diverse le contestazioni sollevate dalla difesa, l’avvocato Alberto Grimaldi, soprattutto sulla conservazione dei reperti oltre che sulla loro fruibilità. Dopo cinque ore di udienza, la Corte ha rinviato alla prossima udienza per il prosieguo con i testi ulteriori del Pm. Si tratta delle persone che conoscevano la vittima nella comunità di Belvedere oltre che gli stessi appartenenti alla comunità bulgara del luogo. La donna di origini bulgare, residente a Belvedere Marittimo, è stata uccisa la notte tra il 30 agosto e l’1 settembre 2020.  Del delitto è accusato Giuseppe Andrea Renda, difeso dall’avvocato Alberto Grimaldi. (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb