Ultimo aggiornamento alle 18:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Cosenza, la denuncia della Polizia Locale. «Una stazione da terzo mondo» – FOTO E VIDEO

A scrivere è Luca Tavernise, segretario aziendale della Municipale bruzia. «Mancano i servizi primari, mezzi inutilizzabili»

Pubblicato il: 11/11/2021 – 12:36
Cosenza, la denuncia della Polizia Locale. «Una stazione da terzo mondo» – FOTO E VIDEO

COSENZA «Al Comando della polizia municipale di via Bendicenti si verificano crolli di calcinacci, corti circuiti degli impianti elettrici, impianti di riscaldamento completamente non funzionanti e quello che più desta sgomento, i filtri dei fancoil, non vengono mai controllati, puliti e sanificati e gli stessi risultano divelti dai muri e fatti a pezzi». A scrivere è Luca Tavernise, segretario Aziendale Csa Polizia Municipale di Cosenza.

«Una stazione da terzo mondo»

«I bagni e i sanitari sono degni di quelli di una stazione del terzo mondo dove non esiste la carta igienica, non esiste quella per asciugarsi le mani e soprattutto non esiste il dispenser del sapone liquido e quello del disinfettante in piena pandemia così come prevede l’allegato alla delibera di Giunta comunale n. 53 del 24 giugno 2020», sostiene ancora Tavernise. «L’intera struttura è un vero e proprio ricettacolo di sporcizia e probabile propagatrice di virus e batteri, l’edificio è piuttosto malandato e oggi avrebbe dovuto rappresentare l’eleganza e la raffinatezza di un Corpo “biglietto da visita della Città” Bruzia. Emerge la mancata cura del verde e della pulizia degli spazi esterni i quali, in alcuni punti sono dei veri e propri ricettacoli di spazzatura di ogni tipo», continua. «Nei bagni – aggiunge – la struttura del solaio è gravemente danneggiata. Chi viene in visita all’interno della Caserma potrà notare un vero e proprio stato di totale abbandono della struttura in cui opera la Polizia Municipale di Cosenza, nonché delle condizioni fatiscenti dal punto di vista strutturale ed igienico sanitario».

Le norme Covid

Secondo Tavernise, «si dovrebbe assicurare la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. Si precisa che nessun flacone di liquido detergente per le mani e nessuno spray disinfettante per la sanificazione giornaliera della macchina è mai stato distribuito all’interno delle autovetture di servizio».

L’appello al sindaco Caruso

Per la salvaguardia della salute dei lavoratori del Corpo della Polizia Locale di Cosenza «occorre un cambiamento radicale e solerte ed è per questo che, al nuovo Sindaco di Cosenza e al referente della Polizia Municipale, Francesco De Cicco, si rivolgono i nostri più sinceri auguri di un buon lavoro ma anche, il nostro disperato appello a voler chiarire questo “modo di fare”, da parte della dirigente del Corpo, la quale, risulta essere stata anche denunciata per la sua arroganza e prosopopea». (f. b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x