Ultimo aggiornamento alle 18:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la missione

Occhiuto a Bruxelles: «C’è una sfida con la storia che il Sud non può perdere»

Il governatore si confronta con i vertici Ue. Sul tavolo gli investimenti del Pnrr. L’ok della commissaria europea Ferreira: «Incontro produttivo»

Pubblicato il: 30/11/2021 – 19:18
Occhiuto a Bruxelles: «C’è una sfida con la storia che il Sud non può perdere»

BRUXELLES «Sono presidente da un mese ma ho voluto essere qui perché l’Europa ci sta mettendo a disposizione straordinarie risorse. Valuto la quantità delle risorse importante, ma ancor più importante è una macchina amministrativa efficiente per poterle spendere. Il mio primo obiettivo di governo sarà quello di efficientare la macchina burocratica». Parola del governatore Roberto Occhiuto volato in Belgio per partecipare ai lavori dell’Ue. Qui ha incontrato Elisa Ferreira, attuale commissario per la politica regionale.
«È una sfida con la storia che il sud non può perdere» aggiunge Occhiuto parlando del Pnrr. «E dobbiamo organizzarci, anche nei Comuni, per avere personale amministrativo in grado di non farci perdere queste risorse». L’interlocuzione col governo è già avviata per chiedere «dirigenti che possano aiutare i nostri sindaci, magari mettendo a disposizione l’agenzia per la coesione. Se riusciremo ad efficientare la macchina burocratica non sarà un’occasione sprecata».

Il dialogo coi ministri

«Ho incontrato diversi ministri» risponde Occhiuto a chi gli chiede quale sia lo stato dell’arte nei diversi settori. «Abbiamo necessità di spendere subito le risorse per infrastrutturare la Calabria, ad esempio a ridosso del porto di Gioia Tauro o per l’alta velocità ferroviaria». Temi che incontrano la disponibilità del governo che oggi, attraverso il ministro per il Sud Mara Carfagna «ha puntualizzato che il 50 per cento delle risorse per gli asili nido saranno destinate al sud dove ci sono meno posti».

«La sfida è far rimanere i laureati in regione»

«Abbiamo un costo del lavoro, a causa della decontribuzione, più basso. – aggiunge il governatore – Alla Calabria serve un grande piano di attrazione degli investimenti. Abbiamo le zone economiche speciali che potrebbero allocare imprese nazionali e multinazionali e dare lavoro. Le Università sfornano laureati eccezionali che purtroppo trovano lavoro fuori dalla Calabria. La mia sfida è quella di fare della Calabria una regione che dia opportunità a chi sceglie di rimanerci».

La Ferreira: incontro produttivo

E per Occhiuto arriva anche una sorta di ù”promozione” da parte della commissaria europea Ferriera, che su twitter scrive di «incontro produttivo con il presidente della Regione Calabria», e di «scambio interessante sulla priorità e strategie per il periodo 2021-2027: transizione ecologia e digitale,m pubblica amministrazione, lavoro, giovani». «Ora l’implementazione è cruciale», conclude la commissaria Ferreira.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x