Ultimo aggiornamento alle 23:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

green pass

Occhiuto: «Ordinanze sui traghetti per garantire il diritto alla mobilità»

Il governatore: «Spero che il governo non le impugni. Con il Ponte sullo Stretto il problema non si sarebbe posto»

Pubblicato il: 19/01/2022 – 16:54
Occhiuto: «Ordinanze sui traghetti per garantire il diritto alla mobilità»

CATANZARO «Mi auguro che il governo non impugni le ordinanze, una del presidente Musumeci e una mia, fatte per garantire l’attraversamento dello Stretto di Messina. Questo è un tema che riguarda il diritto alla mobilità dei cittadini che vivono in Regioni nelle quali questo diritto è compromesso dal fatto che non ci sia la continuità territoriale».
Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, intervistato da Serena Bortone all’interno della trasmissione “Oggi è un altro giorno”, in onda su Rai 1.
«Se una persona vuole spostarsi, ad esempio, dalla Calabria alla Basilicata con la propria macchina, lo può fare liberamente anche se non ha il super green pass. Se volesse farlo dalla Calabria alla Sicilia o viceversa, non lo potrebbe fare perché dovrebbe prendere un traghetto, e in questo caso si tratterrebbe di mezzi pubblici con obbligo di super green pass. Allora, abbiamo fatto un’ordinanza in cui si afferma che, in assenza di continuità territoriale tra Calabria e Sicilia, per consentire ai cittadini di spostarsi tra le due Regioni, così come nel resto del Paese, è possibile accedere ai traghetti con il green pass base purché si stia dentro la propria auto durante la traversata. Mi pare una cosa assolutamente normale. Se avessimo avuto il Ponte sullo Stretto di Messina questo problema non si sarebbe posto».

«Lockdown selettivi per i no vax»

«Ho chiesto al governo di poter fare dei lockdown selettivi, tendendo a casa i non vaccinati, perché la pressione sulla rete ospedaliera e soprattutto sulle terapie intensive è causata essenzialmente dai no vax. Il governo mi ha risposto che non posso farlo, e per evitare uno scontro tra livelli istituzionali, ho soprasseduto», ha detto ancora Occhiuto.
«Rimango comunque convinto che sia necessario adottare misure più restrittive soprattutto per i non vaccinati, mentre sono assolutamente contrario ad aggiungere restrizioni per i vaccinati. Nella mia Regione, molti sindaci e dirigenti delle Asp mi hanno chiesto di istituire “zone rosse”, io ho preferito fare “zone arancioni” perché si trattava di Comuni con molti vaccinati. Solo in un Comune ho scelto di applicare la “zona rossa”, a Platì, nel reggino, perché le percentuali di vaccinazioni erano sotto il 30%».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x