Ultimo aggiornamento alle 21:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La decisione

Paola, in bilico l’elezione del presidente del Consiglio comunale

Il Consiglio di Stato ha accolto l’appello cautelare dei consiglieri Di Natale, Sciammarella e Donato. L’elezione ora è “congelata”

Pubblicato il: 15/02/2022 – 18:50
Paola, in bilico l’elezione del presidente del Consiglio comunale

PAOLA È in bilico l’elezione del presidente del Consiglio comunale di Paola. È stato infatti accolto l’appello cautelare proposto dai consiglieri comunali Di Natale, Donato e Sciammarella contro l’elezione di Maria Pia Serranò. La decisione è stata adottata dal Consiglio di Stato, Sez. II, con Ordinanza n. 756/2022 (Presidente Forlenza; Estensore Altavista), in accoglimento delle tesi difensive dell’Avv. Oreste Morcavallo, legale dei Consiglieri Di Natale, Donato e Sciammarella avverso gli atti di elezione del Presidente del Consiglio comunale del Comune di Paola.

La vicenda

Nella seduta straordinaria pubblica di prima convocazione del 9 novembre 2021 il consiglio comunale di Paola, presieduto dalla sig.ra Maria Pia Serranò nella qualità di vice presidente, alla presenza di tutti i 17 componenti dell’assemblea (16 consiglieri + il Sindaco), dopo aver preso atto, con deliberazione n. 27 di pari data, delle dimissioni irrevocabili dalla carica di presidente del consiglio presentate dalla sig.ra Barbara Sciammarella, decideva di procedere alla elezione del nuovo presidente del consiglio.
Si dava corso, pertanto, alla prima votazione a scrutinio segreto alla quale partecipavano 16 consiglieri aventi diritto al voto su 16 assegnati al Comune, escluso il sindaco. All’esito del primo scrutinio risultavano 6 voti alla consigliera Maria Pia Serranò e 10 schede bianche.
Poiché la Serranò non aveva conseguito la maggioranza assoluta dei voti degli aventi diritto, ossia un numero di voti a favore pari ad almeno la metà più uno dei votanti (cioè 9 voti), si procedeva alla seconda votazione a scrutinio segreto alla quale partecipavano 16 consiglieri aventi diritto al voto, escluso il sindaco. All’esito del secondo scrutinio risultavano 5 voti alla consigliera Maria Pia Serranò (uno in meno rispetto alla prima votazione) e 11 schede bianche.
Anche la seconda votazione si rivelava, pertanto, infruttuosa, non essendo stata raggiunta la maggioranza dei voti necessaria per l’elezione del presidente del consiglio.
Ciò nonostante, senza alcun pronunciamento del Consiglio sulle determinazioni da adottare veniva proclamata eletta alla carica di presidente del consiglio comunale la vice presidente Maria Pia Serranò.
Avverso la deliberazione proponevano ricorso Di Natale, Sciammarella e Donato contestando il procedimento seguito dal Comune per l’elezione della Serranò.
Si costituiva in giudizio il Comune di Paola opponendosi al ricorso.
Con Ordinanza il TAR rigettava l’istanza cautelare di sospensione degli effetti degli atti di elezione alla carica di presidente del Consiglio comunale.
Avverso detta Ordinanza proponeva appello immediato, l’avvocato Oreste Morcavallo, per conto dei consiglieri Di Natale, Donato e Sciammarella.
Il Consiglio di Stato, con Ordinanza del 15.02 accoglieva l’appello cautelare riconoscendo le ragioni dei consiglieri.
Per effetto di detta decisione resta in bilico la carica di Presidente del Consiglio Comunale di Paola.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x