Ultimo aggiornamento alle 0:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La vertenza

Firmato accordo quadro su precari. Usb: «Primo passo verso il full time»

Il sindacato di base invoca un incontro con Anci e Regione per affrontare il tema degli ex Lsu-Lpu: «Pronti alla mobilitazione»

Pubblicato il: 15/03/2022 – 11:09
Firmato accordo quadro su precari. Usb: «Primo passo verso il full time»

CATANZARO «Nella giornata di ieri si è tenuto un incontro alla Cittadella regionale con la Vice Presidente Giusi Princi e i dirigenti del Dipartimento Lavoro, Formazione e Politiche Sociali, al termine del quale come Usb abbiamo firmato l’accordo quadro in tema di trattamento economico del personale Ex Lsu/Lpu». Lo riporta una nota della federazione Usb p.i. Calabria. «È questo un passaggio consequenziale al trasferimento delle risorse aggiuntive inviate dal Governo nazionale a seguito dell’equiparazione degli ex Lpu agli Lsu – aggiunge – risorse ottenute grazie alla manifestazione organizzata da Usb il 26 novembre, indetta a seguito di un primo stralcio di questa importante parificazione dalla legge di bilancio allora in via di approvazione. Come Usb riteniamo questo solo un piccolo passo in avanti e, come più volte ribadito, non ci fermeremo fino a quando non raggiungeremo il tempo pieno per tutti i lavoratori, così come il riconoscimento dei contributi Inps maturati durante il periodo di lavoro prestato come Lsu e Lpu, al fine di ottenere per questi lavoratori una pensione dignitosa».
«Per questo abbiamo chiesto ancora una volta al Governo regionale – è detto ancora nella nota – la convocazione di un tavolo con l’Anci Calabria, perché riteniamo che anche i comuni debbano fare la loro parte aggiungendo risorse proprie per il raggiungimento del Full-Time. In tutti questi anni, grazie a questa forza lavoro, molti comuni sono riusciti a garantire i servizi minimi dei propri enti senza pesare sui propri bilanci. Certo il blocco delle assunzioni ha rappresentato un grave ostacolo, ma non si può continuare a pensare che la dote dei 18 mila euro che porta ogni lavoratore debba servire a pagare anche i contributi».
«Ci auguriamo che questo incontro – conclude il sindacato di base – possa avvenire quanto prima, altrimenti saremo costretti ancora una volta a mobilitarci insieme ai lavoratori. Come Usb non molleremo fin quando tutti i lavoratori non avranno un contratto dignitoso, come i colleghi con i quali in questi anni hanno lavorato spalla a spalla per garantire i servizi essenziali ai propri enti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x