Ultimo aggiornamento alle 18:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le prospettive

«Siamo la nuova Via della Seta. Il porto è la più grande industria della Calabria»

L’orgoglio di Agostinelli: «Qui investimenti per 220 milioni nell’ultimo triennio. Passati dalla crisi a una crescita a doppia cifra.

Pubblicato il: 21/03/2022 – 20:59
«Siamo la nuova Via della Seta. Il porto è la più grande industria della Calabria»

DUBAI Con il porto di Gioia Tauro «rappresentiamo la nuova Via della Seta. È un motivo di orgoglio assoluto per la Calabria avere un porto così moderno così performante, un porto che ha visto e vede investimenti privati e pubblici per più di 220 milioni di euro nel triennio 2019-2022». Lo ha dichiarato Andrea Agostinelli, Presidente Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno, Meridionale e Ionio, intervenendo al Regional Day della Calabria al Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai. Sono investimenti «in banchine, equipment, un nuovo gateway ferroviario portuale» costruito «stanziando 20 milioni di euro di soldi pubblici e spendendone 19. L’opera è perfettamente funzionante perché da quest’anno partono due coppie di treni giornalieri dal porto di Gioia Tauro, diretti all’interporto di Nola, in Campania e di Bari, in Puglia», ha detto il presidente. 
A Expo Dubai, testimoniamo di «avere trasformato un porto colpito dalla stagnazione e dalla crisi, nella più importante industria calabrese che cresce con una produttività a doppia cifra ogni anno, un porto che crea posti di lavoro e che investe anche nel sociale». E «stiamo già investendo i fondi del Pnrr. La coesione ha assegnato 110 milioni alla Calabria» e «17 li stiamo già spendendo. Abbiamo aperto i cantieri».
Il porto è poi «pronto per altre ipotesi» e «farà la sua parte per l’avvio di un concreto piano per la zona economica speciale. Il porto si aspetta lo sviluppo di un immenso retroporto ampio quasi 500 ettari, il più ampio del panorama nazionale. Noi oggi possiamo concretamente vedere ciò che a lungo abbiamo desiderato».
«Solo solo sette anni, fa il porto di Gioia Tauro viveva la sua crisi più grave, nella sua pur brevissima vita e oggi la Regione Calabria presenta come Sua Eccellenza il porto di Gioia Tauro all’Expo Dubai 2022. Oggi vogliamo mostrare un porto del Sud e della sua Via della Seta. Una Via della Seta che è tramontata ormai nella sua impostazione originaria e oggi è rappresentata da quelle linee di navigazione transoceanica che utilizzano i vettori marittimi più grandi e capienti che dal Far East entrano nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez per poi dirigere verso il porto di Anversa, Rotterdam, Amburgo. Nel Mediterraneo, queste navi scalano solo a Valencia, a Barcellona e a Gioia Tauro. Solo questi tre porti possono accogliere in assoluta sicurezza queste navi», ha sottolineato. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x