Ultimo aggiornamento alle 22:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Continuano le perdite nella rete idrica a Nocera, autostrada ancora “a rischio” – FOTO

Le rotture segnalate (e trascurate) all’acquedotto comunale, poi lo smottamento che diventa voragine. Regione pronta a intervenire

Pubblicato il: 26/03/2022 – 17:42
Continuano le perdite nella rete idrica a Nocera, autostrada ancora “a rischio” – FOTO

NOCERA TERINESE Grosso guaio a Nocera Terinese. Dopo lo smottamento che ha provocato la chiusura dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, le rotture nelle rete idrica comunale continuano. E, secondo quanto si apprende, il primo intervento messo a punto dai tecnici incaricati dal Comune dopo la frana – un bypass – non avrebbe sortito gli effetti desiderati. La situazione di rischio persiste, le perdite nell’acquedotto comunale continuano e l’Anas ha contattato la Regione per mettere in campo un intervento risolutivo. Il primo step è stato l’interruzione della fornitura idrica. Sorical ha sospeso l’erogazione dell’acqua per evitare che la situazione degeneri. Il prossimo passaggio sarà un nuovo monitoraggio approfondito sulla rete comunale, per la quale alcuni tecnici ipotizzano la necessità di un restyling completo, che la metta al riparo da nuove rotture ed eviti guai peggiori al viadotto dell’A2 che insiste nella zona e che nei giorni scorsi è stato chiuso dopo il deterioramento dell’asfalto. Per il momento non sono stati decisi nuovi interventi, ma la situazione è al vaglio dell’Anas e delle autorità regionali (se ne interessa direttamente il governatore Roberto Occhiuto). Il nodo centrale è la capacità, da parte dell’amministrazione comunale, di mettere in campo un intervento risolutivo. Anche per questo la Regione pensa di coinvolgere nel processo Sorical, che potrebbe intervenire direttamente nel monitoraggio e nella riparazione temporanea delle rotture. Poi, se sarà necessario, si dovrà passare alla realizzazione di nuove condutture.

La perdita (trascurata) sulla rete idrica comunale

Si conferma, insomma, quanto emerso dai primi rilevamenti effettuati da Sorical, che hanno certificato l’assenza di perdite sulla rete acquedottistica regionale. Problemi, invece, si erano verificati sulla rete comunale, cosa che sarebbe emersa dall’analisi dei rilevamenti discussa in una riunione in Prefettura. Di sicuro ci sono due elementi: una frana che ha messo a rischio la tenuta dell’asfalto in autostrada e una serie di rotture nella rete idrica comunale. Gli esperti chiariranno, alla luce della gravità dell’accaduto, quale sia l’effetto e quale la causa in una storia che ha provocato e provoca disagi ai cittadini: quelli che percorrono l’A2 e quelli, a Nocera, rimasti senz’acqua. Il Corriere della Calabria è in possesso di foto che certificano gli effetti della rottura a Nocera Terinese. Una grossa perdita idrica era affiorata sulla strada comunale fin dai primi giorni di febbraio del 2022.

Perdita segnalata da alcuni privati cittadini ai dipendenti comunali addetti al servizio, senza però che si registrasse alcun intervento di riparazione. Nei giorni successivi, anche a causa della siccità degli ultimi mesi, l’acqua ha smesso di affiorare ma  la strada comunale ha iniziato a smottare, lentamente ma inesorabilmente. Con il passare dei giorni quello smottamento è diventato la voragine che ha determinato danni al viadotto della Salerno-Reggio Calabria. Un evento le cui ripercussioni e danni sono ancora da quantificare. Di certo è stato enorme il disagio causato al traffico veicolare (con gli automobilisti costretti a procedere per strade alternative e chilometri di coda) e alla cittadinanza, rimasta priva di acqua potabile per oltre 3 giorni.  

Un altro effetto del dissesto idrogeologico che devasta il territorio e non attrae come dovrebbe l’attenzione delle amministrazioni comunali. Riflessione da allargare all’arrivo dei fondi del Pnrr, con la possibilità di proporre interventi di mitigazione del dissesto idrogeologico e per un radicale efficientamento delle rete idriche. Altro è, invece, la “prontezza” nell’affrontare e risolvere le segnalazioni dei cittadini. Per quello non c’è Pnrr che basti. E il caso della perdita-frana è un esempio classico. 

La riunione in Prefettura e la segnalazione dei guasti

Nel corso della riunione in Prefettura a Catanzaro, convocata per risalire alle cause dello smottamento, Sorical – ritenendo questo aspetto molto significativo – ha evidenziato un importante aumento di fornitura idropotabile a favore del comune di Nocera Terinese a partire dal mese di giugno 2020, che è passata dalla fornitura storica di circa 7 litri al secondo a una nuova più corposa fornitura di circa 11, anche 12 litri al secondo.
Nello stesso periodo, sempre secondo quanto riportato in una nota di Sorical, «è emerso nel corso della riunione, i tecnici del Comune di Nocera Terinese hanno sottolineato di aver riparato circa 60 perdite. Relativamente alla rottura dell’acquedotto, che avrebbe causato la frana e la conseguente chiusura dell’autostrada, il Comune ha riparato, nella giornata di ieri, una importante perdita e ne ha identificata una ulteriore oggi,  in una zona coincidente con la testa del corpo di frana». (ppp)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x