Ultimo aggiornamento alle 20:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’incontro con occhiuto

I leader di Cgil, Cisl e Uil: «Calabria centrale per lo sviluppo del Paese» – VIDEO

Landini: bisogna avere una visione del futuro. Cuccello: puntare sulla coesione. Bombardieri: finita l’era degli annunci, servono serietà e coerenza

Pubblicato il: 21/04/2022 – 21:48
I leader di Cgil, Cisl e Uil: «Calabria centrale per lo sviluppo del Paese» – VIDEO

ROMA Zes, porto, linee ferroviarie, statale 106 e occupazione: questi i temi posti al centro del tavolo con il governatore Roberto Occhiuto dai leader nazionali della Cgil Maurizio Landini, della Cisl Andrea Cuccello (in rappresentanza del segretario generale cislino Gigi Sbarra) e della Uil, Pierpaolo Bombardieri.

Landini: «Se si rilancia la Calabria si rilancia un’idea diversa di Italia»

«Si è ragionato di come rilanciare la Calabria in realtà significhi rilanciare un’idea diversa dell’Italia nel contesto internazionale con cui ci troviamo a fare i conti», ha detto il leader della Cgil Maurizio Landini dopo l’incontro con Occhiuto. «La Calabria – ha sostenuto ancora Landini – potrebbe essere chiamata “il Sud del Sud”. C’è una situazione oggettiva da cui partire, ma è importante avere una visione sul futuro. Abbiamo posto anche il tema di come si possa investire sul piano delle energie rinnovabili cogliendo anche la collocazione geografica della regione». Un tema che, secondo Landini, può rilanciare l’intero Paese.

Bombardieri: «Priorità a statale 106, Zes, linee ferroviarie»

Sono tre, secondo Pierpaolo Bombardieri, segretario generale della Uil, le priorità da affrontare per lo sviluppo della Calabria: ammodernamento della strada statale 106, potenziamento delle linee ferroviarie e le zone economiche speciali. «Questi – ha spiegato Bombardieri al termine della riunione – sono i temi sui quali abbiamo chiesto al governatore della Calabria di aprire una vertenza con il Governo, di identificare cronoprogramma e impatto occupazionale di ognuno di questi punti. Dobbiamo dare ai calabresi – ha proseguito – tempi certi e certezze. Credo che sia finita l’era degli annunci e delle inaugurazioni. Servono serietà coerenza e impegni precisi per dare alla nostra gente sicurezza».

Cuccello: «La Calabria ha bisogno di coesione»

A sua volta, Andrea Cuccello, segretario confederale della Cisl, che ha partecipato all’incontro in rappresentanza del leade cislino Gigi Sbarra, ha osservato: «C’è una proposta seria, dobbiamo capire come andare ad articolare il lavoro che sarà tenuto in mano dalle nostre strutture regionali per poi avere una regia tra il livello regionale e quello nazionale», ha aggiunto il segretario confederale della Cisl Andrea Cuccello che ha partecipato, in rappresentanza del segretario generale Luigi Sbarra. «Riteniamo questo – ha aggiunto – un fatto estremamente positivo che può dare grandi frutti a una terra che ha bisogno di grande coesione». Cuccello ha detto di considerare la Calabria «un elemento centrale per lo sviluppo del Paese».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x