Ultimo aggiornamento alle 7:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

teatro

Catanzaro, il Politeama chiude la stagione con una Carmen “all star” piena di energia

In scena l’opera lirica prodotta dalla Fondazione, con la collaborazione dell’Istituto Tchaikosky, diretto dal maestro Arlia

Pubblicato il: 08/05/2022 – 13:10
Catanzaro, il Politeama chiude la stagione con una Carmen “all star” piena di energia

CATANZARO Nel segno della lirica e dell’eccellenza calabrese. Una Carmen piena di energia ha concluso la stagione teatrale del Politeama di Catanzaro. Una serata da incorniciare per gli appassionati del capoluogo, che hanno potuto assistere a una Carmen dal respiro al tempo stesso territoriale e internazionale: prodotta dalla Fondazione Politeama con la collaborazione sempre più stretta e sempre più produttiva dell’Istituto superiore di studi musicali Tchaikosky diretto dal maestro Filippo Arlia, la Carmen andata in scena ieri sera ha catturato l’attenzione e ripagato l’attesa dei tanti appassionati che non hanno perso l’occasione di tributare un doveroso riconoscimento all’attività di un teatro che nonostante le difficoltà degli ultimi due anni è riuscito a garantire una certa continuità abbinata a un’indubbia qualità.

Grandi nomi e un ponte tra Calabria e Sicilia

Grandi nomi anche per questa “Carmen” che ha rappresentato anche un ponte tra Calabria e Sicilia, ponte che si è ulteriormente allungato oltre i confini meridionali: applausi a scena aperta per tutti, dal regista Enrico Stinchelli e dal maestro Arlia che ha diretto magistralmente l’Orchestra Filarmonica della Calabria, in simbiosi con il Coro Lirico Siciliano diretto da Francesco Costa, agli interpreti principali Karina Demurova (Carmen) ed Eduardo Sandoval (Don Josè) per finire a tutto il casto: momento di particolare impatto l’invasione – nel senso letterale del termine – del palco da parte tantissimi ragazzi e bambini catanzaresi guidati da Giovanna Massara, direttrice artistica della Fondazione Politeama con Antonietta Santacroce. Prima della “Carmen”, i saluti dei vertici della Fondazione, il sovrintendente Gianvito Casadonte e il dg Aldo Costa, che hanno ringraziato il pubblico e i catanzaresi per aver compreso lo sforzo messo in atto nell’allestire una stagione teatrale comunque esaltante e positiva (in realtà si chiuderà il 13 giugno con Lino Guanciale che recupererà una data rimasta in sospeso nelle scorse settimane). Particolarmente suggestivo poi il congedo del sindaco Abramo anche da presidente della Fondazione Politeama: «Ringrazio Casadonte, Costa, il Cda, il vicepresidente Marullo che è stato sempre vicino alla mia amministrazione, la Massara e la Santacroce, tutti i dipendenti e il personale, Santopolo che è davvero “l’uomo del teatro”. È stato fatto un gran bel lavoro. L’immagine che registro negli occhi questa sera sarà sempre nei miei ricordi», ha concluso Abramo. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x