Ultimo aggiornamento alle 13:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

LA VOCE DEI TERRITORI

Graziano: «Regione e Ministero si interessino al parco archeologico di Castiglione»

Intervista al sindaco di Paludi. «L’Asp assegni le guardie mediche in base alla distanza dagli ospedali. E la Sibaritide sia più coesa in politica»

Pubblicato il: 09/05/2022 – 7:01
di Luca Latella
Graziano: «Regione e Ministero si interessino al parco archeologico di Castiglione»

PALUDI Celebre per il parco archeologico di Castiglione, Paludi è arroccato sul versante destro del torrente Coserie. Nell’hinterland di Corigliano Rossano, ha avuto il triste primato – tra il 2001 e il 2011 di essere uno dei comuni che ha perso più residenti in Italia. Oggi è amministrato dal sindaco Stefano Graziano, eletto nel 2019. Come tutti i comuni interni, soffre anche altri problemi, alla base dello spopolamento.

Spopolamento | «La trasformazione dei prodotti del sottobosco può innescare percorsi produttivi e arrestare il fenomeno»

Paludi, dice Graziano, «soffre, come tutte le comunità interne, di spopolamento. Un vero problema, difficile da arginare. Per invertire la tendenza è necessario intervenire su vari assi di sviluppo, partendo da un piano occupazionale che valorizzi i territori, tuteli ambientale e col contrasto al dissesto idrogeologico ed innescando realtà produttive come può essere la trasformazione dei prodotti della terra e del sottobosco. Per arginare lo spopolamento, però, è necessario attivare percorsi virtuosi in servizi al cittadino come quello sanitario, anche attraverso le infrastrutture».

PANORAMI | Paludi

Sanità | «L’Asp assegni le guardie mediche in base alla distanza dagli ospedali»

A proposito di servizi sanitari, «anche la guardia medica è diventato un problema. E poi le ormai croniche carenze di personale negli ospedali (quello di Rossano dista una quindicina di chilometri, ndr) non rendono agevole le cure. Tra le altre criticità, ancora, la nostra comunità ha sofferto, nei mesi più bui della pandemia, anche della perdita del medico di base. Dopo continue richieste siamo però riusciti a far nominare un nuovo medico anche grazie alle azioni che la mia amministrazione è riuscita a mettere in campo, sia dal punto di vista politico, sia da un punto di vista dirigenziale, attuando una proficua forma di collaborazione con i vertici dell Asp di Cosenza. Sull’assegnazione delle guardie mediche, quale valutazione, sia prioritaria la distanza dagli ospedali».

Rifiuti | «Il sistema è al collasso e le Ato sono un fallimento»

«Il sistema rifiuti – specifica ancora il primo cittadino – è al collasso ormai da anni. Alla base dei problemi si sono le discariche ormai sature e gli impianti di stoccaggio che funzionano sempre più spesso a singhiozzo. Le difficoltà sono tante soprattutto per i comuni come Paludi, dove il servizio viene garantito, con grande sacrificio, dai dipendenti comunali. Il nostro comune in pochissimi frangenti ha sofferto di accumuli nel centro abitato, grazie soprattutto al servizio di raccolta porta a porta, anche questo gestito direttamente dai dipendenti comunali. Purtroppo le falle nel servizio di trattamento penalizzano gli sforzi che compie l’Amministrazione comunale quotidianamente ed abbassano la media della raccolta differenziata»

Pnrr | «Associati con altri comuni per ambire a progetti territoriali»

L’assist alle opportunità di sviluppo potrà essere fornito dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. «In soccorso alle aree interne – dice ancora il primo cittadino – potrebbe giungere il Pnrr. Queste risorse sono probabilmente l’ultima speranza in soccorso dei nostri territori per arrestare il declino ed invertire la rotta, ma è oggettivamente difficile per qualsiasi amministrazione poter competere con le gravi carenze di personale degli gli uffici tecnici. È necessario aggregarsi quanto più possibile per ottenere risultati. In questa direzione ci siamo associati con i comuni limitrofi con l’obiettivo di far crescere l’intero territorio. Oltre alla programmazione, però, grande responsabilità è in capo alle amministrazioni locali che devono assumersi il coraggio di scelte anche impopolari, ma necessarie, come la condivisione dei servizi essenziali, soprattutto in realtà territoriali a bassa densità demografica come le nostre».

Politica | «Difficile governare processi territoriali se manca la coesione»

Ma se per lo sviluppo dei progetti connessi al Pnrr i comuni riescono a fare squadra, ben diversa è la questione quando si affronta il dibattito politico. «L’abbandono che la Sibaritide ha subito nel corso dei decenni – specifica il sindaco di Paludi – lo si deve anche alla poca coesione. Spesso ognuno pensa a sé mentre in altri territori l’unione fa la forza ed allora quel determinato soggetto politico non è una persona ma incarna le forze di tutto il territorio. La politica deve governare i processi di sviluppo, ma se non si è in grado di decidere, non ci si può proporre alla guida delle comunità o di un territorio».

Archeologia | «Il sito di Castiglione sia inserito nella programmazione regionale e ministeriale»

Paludi è celebre anche per la necropoli risalente all’età del ferro (IX-VIII secolo a.C.) e un centro fortificato del IV-III secolo a. C. che si suppone sia un centro brettio, identificato come Cossa, citato in un frammento di Ecateo di Mileto (VI secolo a.C.) e nel De bello civili di Cesare, che lo colloca nel territorio di Thurii.

PANORAMI | Il sito archeologico di Castiglione di Paludi

«Castiglione di Paludi è uno dei parchi archeologici più grandi della Calabria. Purtroppo dopo anni dalla scoperta del sito non si è riusciti a promuovere e valorizzare questo enorme patrimonio storico, sconosciuto a molti. Come amministrazione avevamo iniziato una campagna di sensibilizzazione e promozione del sito, poi bloccata a causa della pandemia. Adesso abbiamo ripreso constanti interlocuzioni con la Sovraintendenza, il Museo di Sibari. Purtroppo – conclude Stefano Graziano – i soli sforzi del Comune di Paludi non bastano a valorizzare il parco ed è per questo che stiamo chiedendo con insistenza l’inserimento del sito archeologico di Castiglione nella programmazione regionale e ministeriale». (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x