Ultimo aggiornamento alle 23:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

sanità

Azienda Zero, ecco compiti e poteri di Profiti: sarà il perno dell’azione di risanamento di Occhiuto

Cronoprogramma annuale per il neo commissario del nuovo ente di governance, che avrà un compenso pari al 90% di quello spettante al dg di una Asp

Pubblicato il: 25/05/2022 – 14:30
Azienda Zero, ecco compiti e poteri di Profiti: sarà il perno dell’azione di risanamento di Occhiuto

CATANZARO In carica per un anno, prorogabile di un altro anno, percepirà un compenso pari al 90% di quello spettante al dg di un’Asp (all’incirca, per un calcolo approssimativo, 110mila euro lordi all’anno) oltre al rimborso spese di missione sostenute per l’incarico, e soprattutto sarà il “perno” del nuovo sistema sanitario regionale ridisegnato dal presidente della Regione Occhiuto. Questo è il percorso che attende il neo commissario straordinario di Azienda Zero, Giuseppe Profiti, nato nel 1961 a Catanzaro, nominato ieri con Dca dal commissario della sanità calabrese Occhiuto alla guida del nuovo ente di governance del settore, ente strategico perché di fatto – stando alle competenze “centralizzate” assegnateli dalla legge regionale approvata a fine 2021 (e già due volte emendata) – sovrintenderà sia sul Dipartimento Tutela della Salute sia sulle aziende sanitarie e ospedaliere.
Insomma, Profiti, un curriculum di manager di assoluto spessore (ex presidente del Bambin Gesù e buon ultimo superconsulente anche in Liguria, incarico che a quanto risulta comunque dovrebbe mantenere), sarà il “baricentro” dell’azione di risanamento del settore avviata da Occhiuto, una sorta di sua “longa manus”: non a caso Profiti, da consulente, la scorsa settimana al fianco di Occhiuto ha già partecipato, a pieno titolo, all’ultimo Tavolo Adduce insieme agli altri “dioscuri” del governatore e commissario, la dg del Dipartimento Salute Iole Fantozzi e il sub commissario Ernesto Esposito.

Per Profiti cronoprogramma annuale

In ogni caso, per Profiti onori sicuramente ma anche oneri, perché i poteri e i compiti che dovrà esercitare al vertice di Azienda Zero sono piuttosto impegnativi. A delinearli è il disciplinare del funzionamento di Azienda Zero approvato da Occhiuto con un Dca immediatamente precedente quello di nomina di Profiti. Per il manager anzitutto un cronoprogramma di durata annuale prorogabile per un uguale periodo, con «l’obiettivo – si legge nel decreto – di procedere 1) nella prima fase al ridisegno del sistema e al processo di accentramento di competenze e risorse professionali; 2) nella seconda fase alla riallocazione di queste tra Dipartimento Tutela della Salute e servizi sociali e socio sanitari e Azienda Zero». Il commissario di Azienda Zero è centrale inoltre nell’attuazione del Programma operativo della sanità calabrese 2022 – 2025, e, anche in riferimento alle prerogative assegnate dalla legge istitutiva dell’ente, «opererà – prosegue ancora il decreto di nomina – attraverso il coordinamento del Dipartimento Tutela della Salute e Servizi sociali e socio sanitari e avvalendosi delle sue strutture nonché di quelle facenti capo al Commissario ad acta allo scopo di assicurare nell’intero percorso la compatibilità con il perseguimento degli obiettivi posti in capo a quest’ultimo».

Le competenze di Profiti e di Azienda Zero

Ancora più nel dettaglio, Profiti dovrà gestire due fasi, stando al “disciplinare” di Azienda Zero: «La prima fase consistente nel riposizionamento dalle aziende sanitarie al livello regionale delle funzioni e dei compiti necessari all’esercizio centralizzato delle competenze» del nuovo ente di governance e «alla coerente riallocazione e reclutamento delle figure professionali necessarie al funzionamento del modello organizzativo ipotizzato. La seconda fase darà corso alla ripartizione delle competenze e delle risorse professionali destinando quelle di carattere operativo e gestionale, per come previsto dalla legge regionale 32/2021, allo svolgimento delle attività di Azienda Zero per l’esercizio delle competenze alla stessa attribuite». Competenze – come si sa – particolarmente incisive., visto che tra le tante Azienda Zero avrà «funzioni e responsabilità della Gestione Sanitaria Accentrata (Gsa); gestione dei flussi di cassa relativi al finanziamento del fabbisogno sanitario regionale …; redazione del bilancio consolidato preventivo e consuntivo del Ssr…; indirizzi in materia contabile alle Asp…; gestione di attività per il sistema e per gli enti del Ssr, quali acquisti centralizzati, le procedure di selezione del personale delle Aziende del Ssr, secondo gli indirizzi della Giunta regionale o del commissario ad acta…».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x