Ultimo aggiornamento alle 20:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Le reazioni

Sorical pubblica, coro di approvazioni. «Svolta epocale»

Mangialavori, Torromino e Neri: «Traguardo storico». Mancuso: «L’obiettivo è aumentare la qualità». Tripodi: «Passo verso il futuro»

Pubblicato il: 15/06/2022 – 18:04
Sorical pubblica, coro di approvazioni. «Svolta epocale»

CATANZARO «Per la Calabria è una svolta epocale. La Società risorse idriche calabresi spa (Sorical) è pubblica al 100% e passa sotto il controllo della Regione Calabria. È un altro traguardo storico per il presidente Roberto Occhiuto e per la sua amministrazione, che stanno via via centrando tutti gli obiettivi fissati in campagna elettorale». Così il senatore e coordinatore regionale di Forza Italia Calabria, Giuseppe Mangialavori.
«La Sorical – aggiunge – ha acquisito le azioni proprie dal socio privato Acque di Calabria Spa, del gruppo Veolia, realizzando così la tanto attesa pubblicizzazione della società, passaggio che prelude all’avvio della gestione del servizio idrico integrato regionale e che consentirà alla Calabria di partecipare ai bandi del Pnrr. È un giorno storico anche perché, nel prossimo futuro, sarà possibile realizzare in forma compiuta una multiutility regionale che avrà il compito di gestire tutto il ciclo integrato delle acque. Questo risultato dimostra che il lavoro del presidente Occhiuto sta portando risultati concreti a vantaggio della Calabria e dei suoi cittadini».

Mancuso: «Adesso l’obiettivo è un netto miglioramento della qualità»

«Dopo anni di discussioni, finalmente la Sorical, attraverso l’accordo chiuso a Roma dalla Regione con il Gruppo Veolia, esce dalla nebulosa che l’avvolgeva. Divenendo, grazie all’incessante impegno del presidente Occhiuto anche su questo delicatissimo dossier, una società pubblica che dovrà occuparsi dell’intero ciclo integrato delle acque con l’obiettivo di un netto miglioramento della qualità per gli utenti. Tutto ciò mentre consente alla Sorical di fuoriuscire finalmente dalla procedura di liquidazione, è fondamentale per le scelte future da farsi. Sia in termini di investimenti che di oculata ed efficiente gestione e di rideterminazione dei costi del servizio». Lo afferma in una nota – il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso.

Tripodi: «Con l’operazione Sorical passo verso il futuro di cui la Calabria ha bisogno»

«Grazie alla guida del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, si volta pagina anche nel settore del ciclo delle acque. Determinazione, intuito e caparbietà hanno, infatti, messo il governatore nelle condizioni di chiudere su Sorical la partita con il passato, archiviare anni di annunci e procedere in tempi record all’acquisizione in mano pubblica dell’intero capitale. Un passo verso il futuro di cui la Calabria ha grande bisogno, perché da oggi si potranno definire nuove e alte strategie, avviare un’inedita policy nella gestione di un bene pubblico di cui la nostra Regione è ricca, e sfruttare a pieno le opportunità offerte dal Pnrr e dalla programmazione comunitaria». Lo afferma in una nota Maria Tripodi, deputata calabrese di Forza Italia.

Torromino: «Operazione Sorical obiettivo raggiunto da Occhiuto in pochi mesi»

«Per anni in Calabria è stato annunciato e inseguito l’obiettivo di trasformare la Sorical in una società al 100% pubblica, il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, è l’unico che è riuscito a raggiungerlo nell’arco di pochi mesi. Si tratta di una conquista di grande importanza per il futuro della Calabria, perché per la prima volta l’intero ciclo delle acque – preziosa risorsa di cui la nostra Regione è ricca – potrà avere una regia unica, capace di mettere in campo tutte le azioni necessarie per fare il salto di qualità che ci serve.Investimenti, strategia, e fondi europei da spendere presto e bene. Queste le sfide da vincere. La strada intrapresa è quella giusta, finalmente». Lo afferma in una nota Sergio Torromino, deputato calabrese di Forza Italia.

Neri: «Passaggio storico per la Calabria»

«L’acquisto da parte della Società Risorse Idriche Calabresi S.p.a. (Sorical) delle azioni dal socio privato Acque di Calabria S.p.a. (Gruppo Veolia) è un fatto di portata storica che segna un passaggio fondamentale per il futuro della gestione idrica della Calabria». Queste le parole del capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Giuseppe Neri. «La Sorical – continua la nota – diventa società pubblica al 100%, grazie all’impegno del Presidente Occhiuto che, sulla riorganizzazione e rilancio del servizio idrico integrato regionale, aveva posto le basi di un disegno ben preciso volto alla definizione di una multiutility dell’intero ciclo integrato delle acque. Uno dei suoi settori strategici e strutturali – così come il comparto sanitario e la gestione del sistema aeroportuale – è stato regolato e caratterizzato da un indirizzo politico frutto di una visione, sviluppata dal governo regionale sin dalle prime battute della legislatura. Un dinamismo ed un rinnovato approccio – conclude Neri – che fanno ben sperare per affrontare con risolutezza le altre criticità che per decenni hanno inibito il pieno sviluppo della Calabria».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x