Ultimo aggiornamento alle 23:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L’analisi

«Vacanze, ritorno alla normalità. Ma il Covid spaventa ancora»

Le ferie estive si avvicinano. La voglia di vacanza si fa sempre più strada, ma su tutto aleggia l’incognita della risalita dei contagi da covid-19 legati alla nuova variante Omicron5.L’Osservator…

Pubblicato il: 06/07/2022 – 16:48
di Domenico Lo Duca
«Vacanze, ritorno alla normalità. Ma il Covid spaventa ancora»

Le ferie estive si avvicinano. La voglia di vacanza si fa sempre più strada, ma su tutto aleggia l’incognita della risalita dei contagi da covid-19 legati alla nuova variante Omicron5.
L’Osservatorio di Confturismo-Confcommercio ha stimato che saranno circa 28 milioni gli italiani pronti a partire. La spesa media sarà di 1.250 euro, per una vacanza di sette giorni. Tuttavia, si fanno strada anche forme di vacanza più brevi. Secondo lo studio, infatti, gli italiani cominciano a pensare di diversificare i propri viaggi con un week-end a giugno, uno short break tra luglio e inizio agosto e una vacanza di almeno 7 giorni ad agosto. Le tradizionali vacanze lunghe, come le abbiamo sempre conosciute, sembrano quindi scomparire lasciando il passo a viaggi più brevi che permettano di visitare posti diversi.
Sulla base di questi dati ci sono, quindi, tutti i presupposti perché quella del 2022 sia un’estate in linea con quella del 2019, se non addirittura al di sopra, a meno che la diffusione di Omicron 5 non smorzi gli entusiasmi attuali.

Spesa media

I vacanzieri spenderanno a testa quasi 300 euro per un week end, 540 euro per una vacanza tra 3 e 6 giorni e 1.250 per la vacanza principale, riversando complessivamente nel circuito economico nazionale circa 47 miliardi di euro tutto compreso – trasporto, soggiorno, ristorazione, intrattenimento, shopping. La vacanza, infatti, non alimenta soltanto l’economia delle strutture ricettive, ma attorno ad essa c’è tutto un indotto che vive e cresce grazie ai turisti che risiedono nelle varie località turistiche.

I criteri di scelta

Sulla scelta del dove trascorrere le proprie vacanze, la variabile decisionale per eccellenza continua ad essere il budget. Il 19,3% del campione intervistato, infatti, lo individua come motivazione di scelta della destinazione, seguito delle bellezze del luogo (13,5%) e dalla qualità del paesaggio (12,1%). Secondo l’indagine un italiano su due ha già scelto dove andare in vacanza e organizzato il tutto. Il 16% sceglierà invece una soluzione propria o andrà da amici o parenti, mentre il 31% ha già prenotato i servizi che gli servono. Per quel che riguarda il restante 50%, metà sono già attivi nel controllo delle disponibilità di strutture ricettive, mentre gli altri ancora sono stanno decidendo dove andare. In merito alla programmazione la prima ad essere definita è la vacanza “lunga” di 7 giorni o più, seguita poi dai weekend intermedi.

Le mete preferite

L’80% dei viaggiatori intervistati ha dichiarato che trascorrerà le proprie vacanze in una regione italiana. Tra queste le più gettonate sono la Puglia, seguita da Sicilia e Toscana, ma crescono prepotentemente nelle scelte anche la Calabria, la Sardegna e l’Emilia Romagna. Il restante 20% trascorrerà le vacanze in un paese estero. Tra le scelte prevale la Grecia seguita con un po’ di distacco da Spagna, Francia e Croazia.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x