Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la candidatura

Locride Capitale della cultura 2025: la sfida dei 42 comuni va avanti. «Un progetto epocale»

Per vincere la sfida la Locride dovrà affrontare altre 15 località candidate. Versace: «Momento cruciale. La Regione faccia la propria parte»

Pubblicato il: 21/07/2022 – 6:55
di Mariateresa Ripolo
Locride Capitale della cultura 2025: la sfida dei 42 comuni va avanti. «Un progetto epocale»

SIDERNO Va avanti il progetto che vede coinvolti i 42 Comuni della Locride per la realizzazione di un’idea che potrebbe portare l’intero comprensorio a diventare la Capitale italiana della cultura 2025. «Un’opportunità per rilanciarsi attraverso il patrimonio culturale, artistico e naturale che caratterizza l’intero territorio». Questo l’obiettivo della proposta avanzata del Gal Terre Locridee e appoggiata pienamente dalla Città metropolitana di Reggio Calabria. Per vincere la sfida, la Locride – che ha scelto come claim della campagna “Locride, tutta un’altra storia” – dovrà affrontare altre 15 località candidate.

«Un progetto epocale»

Nell’aula consiliare del Comune di Siderno si è svolto l’incontro dal tema “Destinazione Locride 2025. 42 Comuni protagonisti di un grande progetto di innovazione culturale e sociale”. Presenti – oltre a molti sindaci e rappresentanti istituzionali – il sindaco della città ospitante Mariateresa Fragomeni, il sindaco facente funzioni della Città metropolitana Carmelo Versace, il direttore del Gal Terre Locridee Guido Mignolli, il presidente del Gal Francesco Macrì, l’assessore regionale Tilde Minasi, il responsabile di Officina delle idee, partner dell’iniziativa, Antonio Blandi. «Si tratta di un progetto epocale», ha affermato il presidente Macrì, che ha aggiunto: «Il progetto è nato due anni fa e sta facendo passi da gigante. L’iter che dovrebbe portarci ad entrare a far parte delle dieci finaliste va avanti, poi dobbiamo vincere. Abbiamo fatto tutto questo per dare segnali di risveglio all’intero territorio», ha concluso Macrì. «Crediamo davvero in questo progetto e siamo convinti che facendo rete si può ottenere un risultato importante», ha commentato a margine dell’incontro Mariateresa Fragomeni. «La candidatura, formalizzata dalla Città metropolitana prevede delle fasi abbastanza stringenti», ha spiegato il direttore Mignolli. Entro il 13 settembre, infatti, dovrà essere presentato il dossier che sarà sottoposto al giudizio della commissione esaminatrice composta da sette esperti nella gestione dei beni culturali. Entro il 15 novembre verrà stilata una lista delle 10 finaliste, mentre la valutazione finale si avrà entro il 17 gennaio 2023. «Il momento è fondamentale perché vogliamo illustrare ancora una volta ai sindaci e alla comunità il lavoro svolto fino ad ora e ottenere consigli e proposte per arricchire il nostro programma».

Versace: «Momento cruciale per l’intero territorio. La Regione faccia la propria parte»

«È un momento cruciale per la Locride che ha davanti a sé l’opportunità non solo di rilanciarsi per come merita ma anche di riscattarsi definitivamente e diventare luogo di sviluppo e opportunità per i giovani investendo su cultura e bellezza», ha detto il sindaco facente funzioni Versace, che ha ribadito ancora una volta il sostegno della Città Metropolitana al progetto. «Siamo concretamente accanto a questo bellissimo progetto – ha poi aggiunto Versace – attraverso atti e risorse che la Città metropolitana, per quanto possibile, sta mettendo in campo. E crediamo che questa opportunità debba coinvolgere non solo la Locride ma l’intero territorio metropolitano di Reggio Calabria che da questa idea può trarre solo benefici». Polemico Versace nei confronti della Regione: «Noi non siamo figli di una terra diversa, io non sono fra quelli che pensa che ci siano più Calabrie, però anche questo territorio deve essere messo nelle condizioni di poter dire la sua». «Ritengo – ha aggiunto Versace – che il percorso della Locride Capitale della Cultura debba riguardare tutta la regione che per una volta può offrire l’immagine di un territorio in grado di esprimere una voce unica, coesa e forte all’esterno». «Non credo ci sia una chiusura da parte della Regione rispetto a questo progetto, – ha replicato Minasi – sicuramente ci sarà anche il nostro supporto come è giusto che sia». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x