Ultimo aggiornamento alle 15:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’incontro

La battaglia per i nuovi diritti del lavoro: orari ridotti e disconnessione – VIDEO

“Lavorare meno, vivere meglio”, il tema dell’l’incontro Filcams. Durante: «Costruire un’economia migliore». Valentino: «Aprire il dibattito»

Pubblicato il: 23/07/2022 – 12:27
di Giorgio Curcio
La battaglia per i nuovi diritti del lavoro: orari ridotti e disconnessione – VIDEO

LAMEZIA TERME In Europa continua il dibattito politico sull’introduzione del salario minimo e in Italia è più acceso che mai lo scontro sulla bontà – o meno – del reddito di cittadinanza. Sullo sfondo, però, resta vivida la questione legata al mondo del lavoro e alla stabilità occupazionale. Solo un punto di partenza perché, quasi come un ventaglio variegato, i temi e gli aspetti da affrontare e approfondire sono molteplici e complessi, ma tutti prioritari.

Condizioni di lavoro peggiori e precarie

Si può però partire da un primo dato oggettivo, cioè il peggioramento delle condizioni lavorative rispetto a pochi decenni fa. Quando cioè avere un contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato era sinonimo di «stabilità occupazionale e sociale» e di certezza di reddito e tranquillità economica. Aspetti in grado di alimentare una prospettiva di crescita per il lavoratore e per l’eventuale nucleo familiare mentre oggi, anche quando un lavoratore è sostenuto da un eventuale rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, vive ugualmente in condizioni di estrema incertezza senza aver garantite le stesse condizioni di 30 o 40 anni fa. Un quadro drammatico che si aggrava maggiormente quando si parla di giovani. «C’è un forte problema di precarietà – spiega ai microfoni del Corriere della Calabria Fausto Durante, dirigente nazionale della Cgil – ma anche di salari bassi, di redditi insufficienti, e soprattutto orari di lavoro molto lunghi ai quali non corrispondono condizioni economiche soddisfacenti».

Lavorare meno per vivere meglio

Il vero tema è “lavorare meno, vivere meglio” ed è stato scelto appositamente dalla Filcams Cgil Calabria – rifacendosi proprio al titolo del libro scritto da Durante – per l’evento organizzato a Lamezia Terme, al Dopolavoro Ferroviario, insieme ad esponenti della Cgil e della Filcams regionale, ma anche del Pd, come il segretario del Pd di Catanzaro, Domenico Giampà. Una location affatto casuale, simbolo di un’epoca in cui proprio gli impiegati ferrovieri trascorrevano il proprio tempo libero tra amici e famiglia. «È il tema dei temi – ci spiega ancora Durante – per cambiare quello che è il paradigma dell’economia e della società post-Covid, per fare in modo che attraverso la riduzione dell’orario di lavoro si affronti intanto il tema dell’innovazione tecnologica, della robotizzazione e della diffusione dell’intelligenza artificiale che sta da un lato cancellando posti di lavoro, dall’altro creandone altri in quantità non sufficiente a rimpiazzare i primi. E anche per affrontare il tema della transizione verso un’economia digitale ma sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale». Insomma, ridurre l’orario di lavoro per «costruire una società diversa e un’economia migliore».

Netto anche il messaggio di Giuseppe Valentino, segretario regionale di Filcams Cgil Calabria che spiega come non si possa «lavorare continuamente, con ritmi da schiavismo in nome della produttività. Un meccanismo aggravato dalla digitalizzazione e dalla pandemia. Non c’è stato spazio, ad esempio, per la disconnessione che è un diritto, un diritto moderno, ma non si può non sottolineare come in molti paesi d’Europa aver ridotto gli orari di lavoro ha significato benessere non solo per il lavoratore e le lavoratrici ma soprattutto per l’economia». L’idea per Valentino è di «aprire, anche dentro la Cgil, un tavolo di contrattazione con le grandi aziende la riduzione dell’orario di lavoro e portarlo avanti. E oggi iniziamo noi». (redazione@corrierecal.it)

Le interviste:

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x