Ultimo aggiornamento alle 12:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Investimenti

Porto di Gioia, accordo Regione-Rfi. Il Gruppo acquisisce l’asset ferroviario

L’azienda subentra nella gestione dell’infrastuttura ferroviaria. Procederà a realizzare gli interventi programmati con fondi del Pnrr

Pubblicato il: 03/08/2022 – 13:09
Porto di Gioia, accordo Regione-Rfi. Il Gruppo acquisisce l’asset ferroviario

CATANZARO «Accordo tra la Regione Calabria e Rete Ferroviaria Italiana. La società del Gruppo FS Italiane acquisisce dalla Regione gli asset del porto di Gioia Tauro e subentra nella gestione dell’infrastruttura ferroviaria». Lo comunica una nota del portavoce del Governatore Roberto Occhiuto che aggiunge: «RFI potrà procedere a realizzare il piano di interventi previsto per le stazioni di San Ferdinando e Rosarno e per la tratta ferroviaria di collegamento con il porto di Gioia Tauro, per la quale è previsto un investimento di 60 milioni di euro con fondi PNRR».
«Un nuovo hub ferroviario – è detto – per il quale sono in programma interventi per il raddoppio della bretella di collegamento San Ferdinando-Rosarno, il potenziamento degli impianti delle stazioni di San Ferdinando e Rosarno – con realizzazione di binari a modulo 750 metri – e interventi di upgrade tecnologico dei sistemi di segnalamento. Si conclude così l’iter caratterizzato da complessi passaggi amministrativi che hanno visto impegnata la Regione Calabria, a seguito del Decreto del Commissario Liquidatore “Corap” (Consorzio regionale per lo sviluppo delle attività produttive) emesso lo scorso maggio e che costituiva l’atto per individuare tutti gli asset che rientrano nell’operazione di trasferimento, realizzato attraverso una delibera della Giunta Regionale della Calabria, su iniziativa dell’assessore alle Infrastrutture e ai lavori pubblici, Mauro Dolce».
«Il porto di Gioia Tauro – fa presente la nota – è il più grande terminal per il transhipment italiano e del Mediterraneo, dispone di circa 5 mila metri di banchine, con fondali sino a 18 metri, una superficie di circa 440 ettari. È collegato alla rete ferroviaria nazionale nella stazione di Rosarno e servito da un sistema stradale che comprende la Statale 18 e l’Autostrada A3».
«Il porto di Gioia Tauro, inserito nell’ambito del corridoio TEN-T Helsinki-Valletta – si legge ancora – rappresenta anch’esso, insieme ai porti di Napoli e Taranto, un hub strategico nei collegamenti del mediterraneo con il Far East e si posiziona ai primi posti per tonnellate di merce complessivamente movimentata e per traffico containers».
«Inoltre, il completamento della tratta ferroviaria Cosenza-Paola/San Lucido con la galleria Santomarco – conclude la nota – parte integrante della nuova linea AV Salerno-Reggio Calabria, permetterà di rendere più competitivo il porto di Gioia Tauro, potenziando il traffico merci verso l’Adriatico e l’Europa».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x