Ultimo aggiornamento alle 20:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la tragedia

Bomba d’acqua travolge le Marche, nove le vittime

Il bilancio del Dipartimento di Protezione civile. Tre i dispersi. Nell’Anconetano caduti 400 millimetri di pioggia in due ore

Pubblicato il: 16/09/2022 – 7:46
Bomba d’acqua travolge le Marche, nove le vittime

Il maltempo mette in ginocchio le Marche, provocando nove morti e quattro dispersi in provincia di Ancona. Quattro sono le vittime a Ostra, una a Senigallia, una a Trecastelli e una a Barbara, dove ci sono ancora tre dispersi (tra cui due bambini). Sono almeno  50 i feriti  che si sono recati negli ospedali della regione. Nelle zone colpite dall’emergenza al momento ci sono centinaia di sfollati. Ancora isolato il Comune di Cantiano, paese di poco più di duemila abitanti in provincia di Pesaro e Urbino, dove le  fortissime piogge hanno trasformato le strade in veri e propri torrenti e trascinato via auto. A  Senigallia  esondato il Misa. Decine di  persone rifugiatesi sui tetti delle abitazioni e sugli alberi  sono state salvate dai vigili del fuoco in azione.

Due bimbi tra i dispersi

A Barbara al momento sono dispersi un bambino di 8 anni e una madre con una figlia. Il piccolo era con la mamma in auto che è rimasta bloccata dall’acqua. Secondo quanto ricostruito al momento dai soccorritori, la donna sarebbe riuscita a lasciare l’auto con il figlio in braccio ma sarebbe poi stata nuovamente travolta. I vigili del fuoco l’hanno soccorsa e salvata nella notte ma del bambino non c’è ancora traccia.

«In tre ore caduta la metà della pioggia di un anno»

Nella provincia di Ancona, ha spiegato il responsabile delle emergenze del dipartimento della protezione civile Luigi d’Angelo, si sono abbattuti «400 millimetri di pioggia in due, tre ore (la metà di quello che piove in un anno nella Regione, ndr). È stato un evento estremamente intenso – ha sottolineato -, tutte le forze sono in campo e al lavoro». Probabilmente, ha aggiunto, “il caldo di questi giorni, scontrandosi con una cella di aria fredda, ha determinato dei fenomeni così violenti”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x