Ultimo aggiornamento alle 19:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

tutela dell’ambiente

Incendiano illegalmente rifiuti, per tre reggini obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

Blitz della polizia locale che scopre l’attività delittuosa anche grazie agli strumenti di captazione video

Pubblicato il: 16/09/2022 – 9:46
Incendiano illegalmente rifiuti, per tre reggini obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

REGGIO CALABRIA In seguito a un’attività di indagine coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, la Polizia Locale oggi  ha eseguito tre misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria  emesse dal Gip in sede per i reati di incendio aggravato, nella fattispecie  di rifiuti. Lo riferisce una nota diffusa dal sindaco facente funzioni di Reggio, Vincenzo Brunetti. “L’accertamento dei fatti delittuosi – prosegue la nota – è stato possibile grazie ad una certosina attività di polizia giudiziaria che si è giovata oltre che dei tradizionali metodi di indagine (osservazioni, pedinamenti, riconoscimenti fotografici) anche di apparati  di captazione video. Dall’esame della documentazione acquisita al fascicolo di indagine sono emersi numerosi comportamenti delittuosi in materia di conferimento e smaltimento illecito di rifiuti da parte di privati ed aziende con conseguente inquinamento di interi territori, ammorbati anche dai fumi tossici degli incendi ciclicamente appiccati.  Oltre 2800 sono le  violazioni amministrative in corso di accertamento  da parte degli uomini del comando di viale A. Moro che a breve saranno notificate ai trasgressori. I fatti per i quali si è proceduto oggi con l’esecuzione delle misure cautelari sono stati perpetrati nel mese di agosto ultimo scorso.  Ad uno degli indagati è stata altresì sequestrata l’autovettura utilizzata per recarsi, tra l’altro, sul luogo ove ha appiccato il fuoco, perché priva di copertura assicurativa. Trattandosi di attività ancora in fase cautelare, resta ferma – specifica la nota – la presunzione di innocenza per tutti gli indagati fino a compiuto accertamento delle eventuali responsabilità penali”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x