Ultimo aggiornamento alle 17:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La vicenda

Sea-Watch 3 bloccata a Reggio, la Ong: «Ignorata la sentenza della Corte di Giustizia Ue»

La denuncia dell’Ong: «L’Italia non può richiedere una certificazione non prevista dallo Stato di bandiera »

Pubblicato il: 23/09/2022 – 16:45
Sea-Watch 3 bloccata a Reggio, la Ong: «Ignorata la sentenza della Corte di Giustizia Ue»

REGGIO CALABRIA «Nei primi giorni di agosto la Sea-Watch 3 è stata sottoposta a un controllo programmato dello stato di approdo in cui sono state individuate lievi carenze. All’arrivo nel porto di Reggio Calabria l’organizzazione tedesca si aspettava un’ispezione di rettifica per le carenze, le autorità italiane hanno invece eseguito un PSC (Port State Control) esteso che è durato oltre 13 ore e il cui esito è stato il blocco della nave». Lo rende noto la Ong Sea Watch che aggiunge: «È già accaduto in passato che le navi di soccorso a seguito dei controlli dello Stato di approdo siano state trattenute con motivazioni assurde: mancava una certificazione immaginaria e inesistente o a bordo c’erano troppe persone salvate. Per contestare questi blocchi arbitrari e ingiusti, Sea-Watch ha presentato appello di fonte il Tar di Palermo che è stato poi inoltrato alla Corte di Giustizia Europea».

La ricostruzione

Il primo agosto – spiega la Ong – la Corte di Giustizia Europea ha dichiarato che il salvataggio in mare è un dovere e che i controlli dello Stato di approdo non devono essere usati arbitrariamente contro le ONG. Nella sua sentenza, la Corte di Giustizia Europea ha sottolineato che l’Italia non può richiedere una certificazione che non è prevista dallo Stato di bandiera e che il numero di persone soccorse non è un motivo valido per la detenzione della nave. I controlli dello Stato di approdo possono continuare a essere effettuati, ma devono essere eseguiti nei tempi previsti o con un valido motivo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x