Ultimo aggiornamento alle 16:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Agostinelli: «Il rigassificatore a Gioia Tauro è una priorità, perfetta sintonia con la Giunta regionale» – VIDEO

Il presidente dell’autorità portuale fa il punto. «Attenzione a infrastrutture ferroviarie, sicurezza e legalità. Non è un problema di fondi ma di burocrazia che ci asfissia»

Pubblicato il: 10/10/2022 – 12:10
Agostinelli: «Il rigassificatore a Gioia Tauro è una priorità, perfetta sintonia con la Giunta regionale» – VIDEO

LAMEZIA TERME «Io sono favorevole al rigassificatore dentro il porto di Gioia Tauro». Così il presidente dell’Autorità di sistema portuale dei mari Tirreno meridionale e Jonio, Andrea Agostinelli, a margine di un dibattito organizzato da Unioncamere Calabria sul tema delle infrastrutture in Calabria. «C’è un progetto – ricorda Agostinelli – già praticamente approvato presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici, prevede un accosto esterno al porto di Gioia Tauro, e una condotta, una pipe line che corre periferica ai terminal per andare nelle aree retroportuali. Ci interessa molto per il discorso della piastra del freddo, che ci vede condividere questo obiettivo con il governo regionale attuale. Stiamo sistemando delle aree portuali anche per accogliere questa piastra del freddo: sono lavori compresi nel Pnrr, 10 milioni di euro che stiamo progettando, è in piedi la progettazione definitiva». Agostinelli quindi evidenzia che «le priorità che abbiamo raggiunto è il gateway ferroviario, perché una volta tanto non parliamo di infrastrutture che devono venire ma di infrastrutture già perfettamente realizzate, collaudate e funzionanti. Le prossime priorità sono il rigassificatore e l’ampliamento e il rafforzamento della linea ferroviaria per regalare anche l’alta capacità al porto di Gioia Tauro».

«Piena sintonia con l’attuale Giunta regionale»

Un passaggio Agostinelli lo riserva ai rapporti con la politica regionale. «In questo momento – sostiene il presidente dell’Authority portuale – con la politica regionale c’è una perfetta sintonia di visioni, proprio sul rigassificatore la pensiamo esattamente allo stesso modo. Quanto ai collegamenti ferroviari, non dipende dalla politica regionale ma dal Pnrr, da quanto Rfi sarà in grado di progettare e realizzare sulle dorsali tirrenica a jonica per dare l’alta capacità in uscita e in entrata al porto di Gioia Tauro».

«La burocrazia è un problema che ci asfissia»

Per Agostinelli «il porto di Gioia Tauro è già abbastanza importante di suo, è l’11esimo porto del Mediterraneo in salita, in crescita. Anche quest’anno sfioreremo i tre milioni e mezzo di contenitori. Non c’è bisogno di sottolineare ancora una volta l’importanza del porto di Gioia Tauro per la Calabria ma direi per l’intero Meridione. Il porto di Gioia Tauro può significare il rilancio non solo di una regione ma dell’intero Meridione. Lavorando giorno per giorno abbiamo coscienza di tanti problemi, da quelli dell’organizzazione del lavoro portuale, alla sicurezza, alla legalità: sono principi che non ci devono abbandonare mai». Infine – spiega Agostinelli – «il nostro grande problema è la pianificazione delle spese e la programmazione delle spese. Abbiamo delle date limite, come il 2030 per l’elettrificazione delle banchine. Ma non è un problema di fondi, ma di semplificazione di una burocrazia che ci asfissia». (a. c.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x