Ultimo aggiornamento alle 0:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

sanità

La “manovra d’autunno” si materializza: quasi 400 assunzioni tra l’ospedale di Catanzaro e l’Asp di Crotone

Il pacchetto di misure targato Occhiuto e Profiti prende forma: dopo l’Asp di Cosenza via libera anche per Pugliese e azienda pitagorica

Pubblicato il: 18/10/2022 – 6:51
La “manovra d’autunno” si materializza: quasi 400 assunzioni tra l’ospedale di Catanzaro e l’Asp di Crotone

CATANZARO Inizia a concretizzarsi la “manovra d’autunno” targata Roberto Occhiuto (e Giuseppe Profiti), il pacchetto di misure – tra stabilizzazioni, reclutamenti ex novo e incentivi – per sopperire all’emergenza delle emergenze nell’emergenza sanità, la grave carenza di personale negli ospedali e nelle strutture di cura della Regione. Dopo l’ok al piano assunzionale dell’Asp di Cosenza, per oltre 700 nuovi dipendenti e per una spesa complessiva di oltre 277 milioni, la struttura commissariale infatti ha preso atto, con due Dca, anche dei piani assunzionali dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro e dell’Asp di Crotone, autorizzando quindi le relative assunzioni a tempo indeterminato e i concorsi, che dovranno essere banditi entro fine anno. Per quanto riguarda l’ospedale di Catanzaro, sono circa 190 le figure professionali – tra dirigenti medici, infermieri, Oss, amministrativi, tecnici di laboratorio che l’azienda ospedaliera potrà reclutare dopo il via libera della struttura commissariale, con la previsione di una spesa pari a oltre 107 milioni. Dalla Regione peraltro si precisa che «il piano dei fabbisogni potrà subire modifiche e rimodulazioni che dovessero rendersi necessarie a seguito della approvazione del Programma operativo 2022/2025 della Regione Calabria nonché ad esito del completamento del processo di istituzione dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Renato Dulbecco”».  Per quanto riguarda l’Asp di Crotone, si prevede il reclutamento di oltre 200 figure professionali tra nuove assunzioni e stabilizzazioni, per una spesa di circa 89 milioni. Nei prossimi giorni sono attesi i decreti commissariali che autorizzano le assunzioni anche per le altre aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x