Ultimo aggiornamento alle 14:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Parco della Sila, «un anno felice». Curcio: «Adesso aspettiamo solo la neve» – VIDEO

Il presidente del Parco nazionale traccia un bilancio delle «tantissime attività». La neve? «Speriamo arrivi abbondante»

Pubblicato il: 19/12/2022 – 16:26
Parco della Sila, «un anno felice». Curcio: «Adesso aspettiamo solo la neve» – VIDEO

COSENZA Una buona notizia che riguarda la riapertura degli impianti di risalita di Lorica, e l’attesa quasi spasmodica per l’arrivo delle neve. Quella vera. Il presidente del Parco nazionale della Sila, Francesco Curcio commenta il presente e pensa al futuro. «Il bilancio è positivo», dice al Corriere della Calabria.

«Un anno certamente felice»

«Abbiamo fatto tantissime attività, non solo di conservazione della natura e tutela della biodiversità. Le azioni intraprese portate a termine hanno consentito di garantire benefici finanziari ai Comuni, alle associazioni che hanno presentato progetti nell’area del Parco», sottolinea Curcio. «Un anno certamente felice». Il presidente del Parco della Sila resta in attesa – così come turisti e appassionati – dell’arrivo della neve. «Prendiamo con soddisfazione quello che è stato fatto, sottolineando l’impegno di chi ha lavorato: Ferrovie della Calabria, Arsac e Regione Calabria. Hanno messo in piedi gli impianti di risalita e adesso non ci resta che attendere l’arrivo delle neve. Speriamo sia abbondante – continua Curcio – per il divertimento di tutti coloro che sciano e che anche non sciando si possono godere le bellezze della Sila innevata».

Il presepe di ghiaccio

Il Presepe di ghiaccio a Botte Donato del maestro Luca Mazzotti, scultore campione italiano e vicecampione del mondo, è composto da statue alte circa un metro che l’artista continuerà a “curare” per tutto il tempo della permanenza a Lorica, fino al 15 gennaio. E’ un’opera composta da 11 statue di circa due metri, inserite all’interno di una cella refrigerata a vista, di ampiezza 3×9 metri, che consentirà di mantenerle inalterate per tutta la durata dell’esposizione. Il Presepe di ghiaccio è stato collocato presso la stazione di monte, in località Monte Botte Donato, la cima più elevata dell’altopiano della Sila, situata a 1928 metri di altitudine nel comune di Casali del Manco. (f. b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x