Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Gli aiuti

Patrimonio culturale sotto protezione in Calabria, ecco le risorse del Pnrr

Ottantasette progetti finanziati con il Piano nazionale di ripresa e resilienza. I bandi garantiscono somme per oltre 100 milioni

Pubblicato il: 06/01/2023 – 7:54
Patrimonio culturale sotto protezione in Calabria, ecco le risorse del Pnrr

CATANZARO Tutelare e valorizzare il patrimonio artistico ed architettonico del Paese. Una missione centrale dei bandi messi in piedi dal ministero della Cultura con le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza le cui graduatorie sono state pubblicate e le risorse distribuite sui vari territori del Paese. Si tratta di un pacchetto di fondi da 1,54 miliardi che permetteranno di finanziare 1.512 progetti finalizzati a riqualificare, restaurare, mettere in sicurezza e nel contempo promuovere quella costellazione di presidi culturali presenti in Italia e che ne costituiscono il valore aggiunto in chiave di rilancio di uno dei settori usciti maggiormente danneggiato dalla lunga crisi pandemica: il turismo.
Un aspetto importante da rilevare per quanto attengono queste misure – messe a bando e i cui fondi sono stati già assegnati – è che la quota del 40% previsto dal Piano di ripresa e resilienza per le regioni del Meridione è stata rispettata:  complessivamente le risorse assegnate sono pari a circa il 45,7%. Tutti interventi che dovranno essere ultimati in alcuni casi al massimo entro giugno 2026.

Le risorse destinate alla Calabria

Alla Calabria di questo filone di finanziamenti del Pnrr andranno oltre cento milioni di euro.
Esattamente 100.969.122,96 euro che pongono la regione al nono posto assoluto in Italia per volume di risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza dedicati alla valorizzazione culturale. In termini percentuali il 6,6 del complesso delle somme messe in circolazione da tre delle cinque misure del Pnrr erogate dal ministero della Cultura: attrattività dei borghi; efficientamento di cinema, teatri e musei ed infine manutenzione dei luoghi di culto.
Entrando nello specifico di questi bandi a cui i Comuni calabresi hanno partecipato ottenendo approvazione, emerge che con quelle risorse verranno finanziati 87 progetti spalmati in diversi territori della regione.

Il Parco archeologico di Sibari premiato con un finanziamento da oltre 2,781 milioni


Ed esattamente 37 sono destinati alla manutenzione dei luoghi di culto. Si tratta di interventi per ridurre significativamente il rischio sismico che potrebbe interessare l’inestimabile patrimonio artistico rappresentato da chiese ed edifici di culto disseminati nella regione, ma anche al restauro delle strutture danneggiate e infine alla realizzazione di depositi per il ricovero delle opere d’arte coinvolte negli eventi calamitosi.
A questa finalità le somme “intercettate” in Calabria sono circa la metà del totale delle risorse che arriveranno in regione. Ben 50 milioni e 465mila euro. Queste opere dovranno essere realizzate entro il quarto trimestre del 2025.
Mentre trentacinque progetti interesseranno, invece, interventi per migliorare l’efficienza energetica di cinema, teatri e strutture museali pubblici e privati calabresi. Per questo specifico obiettivo sono stati finanziati opere per un costo complessivo di circa 13 milioni (12.982.421,49 euro). Anche in questo caso tutti gli interventi dovranno essere completati entro il 31 dicembre del 2025.
Altro capitolo importante interessa i progetti rivolti a valorizzare il patrimonio culturale, storico, artistico e tradizionale rappresentato dai piccoli centri storici calabresi.
Qui gli interventi ritenuti validi dal ministero e che per questo si sono aggiudicati il finanziamento sono stati 11 per un investimento complessivo di oltre 37,5 milioni pari al 37,2% delle somme destinate alla Calabria dal ministero della Cultura. Opere che dovranno essere realizzate entro giugno del 2026.

Alcuni interventi finanziati

Il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, destinatario di oltre 750mila euro per l’efficientamento energetico

Dalle cattedrali ai borghi, passando ai teatri ed ai musei e finendo ai cinema. La rassegna degli 87 interventi finanziati con i bandi del Pnrr Cultura spaziano in diversi luoghi della Calabria meritevoli di valorizzazione. Il progetto più rilevante almeno per ammontare delle risorse ottenute è previsto a Gerace. Per valorizzare l’attrattività del suo già splendido borgo medioevale il Comune ha ottenuto 20 milioni di euro. Ulteriori risorse sono state assegnate sempre alla stessa cittadina per mettere in sicurezza la sua Concattedrale della Basilica Minore. A questo scopo al centro della Locride è stato riconosciuto un finanziamento di 6,830 milioni. Mentre a Caulonia sono stati assegnati 4,660 milioni per tutelare l’Eremo del XVII secolo di Sant’Ilarione
Scorrendo gli interventi finanziati per somme ottenute, troviamo la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli a Corigliano Rossano. Qui il progetto per somme ottenute di messa in sicurezza dell’edificio di culto, è stato finanziato per una somma pari a 3,270 milioni.
Per somme stanziate finalizzate all’efficientamento energetico, spicca il Parco archeologico di Sibari premiato con un finanziamento da oltre 2,781 milioni che stacca di gran lunga quanto dedicato al Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria destinatario di 755,220 mila euro. Interventi tutti che dovranno dunque essere terminati al massimo entro cinque anni, in alcuni casi, e che puntano allo sviluppo dei territori con l’obiettivo di valorizzare il ricco patrimonio culturale calabrese. (rds)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x