Ultimo aggiornamento alle 13:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la sentenza

‘Ndrangheta, processo “Rimpiazzo”: 11 condanne in appello – NOMI

Pena ribaltata in appello per Michele Fiorillo “Zarrillo”, assolto in primo grado e ora condannato, e per altri cinque imputati assolti

Pubblicato il: 25/01/2023 – 18:00
di Giorgio Curcio
‘Ndrangheta, processo “Rimpiazzo”: 11 condanne in appello – NOMI

CATANZARO La Corte d’Appello di Catanzaro ha riformato in parte la sentenza emessa dal gup di Catanzaro, Paola Ciriaco, nel febbraio del 2021. Oggi pomeriggio i giudici (Loredana De Franco Presidente, Ippolita Luzzo e Giovanna Mastroianni consigliere) hanno, infatti, confermato gran parte delle condanne emesse in abbreviato, ribaltando la pena per Michele Fiorillo (cl. 86) noto come “Zarrillo”: assolto dal gup in primo grado, ora condannato in appello a 12 anni di carcere.

Le condanne

Confermate, invece, le condanne emesse dal gup nei confronti di Giovanni Battaglia, 9 anni di reclusione; Nazzareno Felice, 8 anni e 4 mesi; Nazzareno Fiorillo, 11 anni; Sacha Fortuna, 17 anni e 4 mesi; Luigi Maccarone, 2 anni; Giovanni Giardina, 6 anni di reclusione; Gaetano Rubino, 6 anni, 4 mesi mentre è stata rideterminata la pena per Francesco La Bella a 8 anni di reclusione. Per il collaboratore di giustizia Raffale Moscato – in continuazione con due sentenze irrevocabili – è stata rideterminata la pena a 7 anni e 2 mesi di reclusione (8 anni e 8 mesi in primo grado). I giudici hanno assolto poi Rosario Fiorillo per due capi di imputazione, rideterminando così la pena a 19 anni, 1 mese 10 giorni (19 anni e 4 mesi in primo grado). Agli imputati vengono contestati, a vario titolo, i reati di associazione mafiosa, estorsione, reati in materia di armi, intestazione fittizia di beni, rapina, traffico di stupefacenti, danneggiamento. Nel troncone del processo celebrato con rito ordinario il Tribunale di Vibo Valentia aveva comminato 20 condanne e 13 assoluzioni. 

Le assoluzioni

I giudici hanno, invece, assolto: Michele Fiorillo (cl. 87) (3 anni in primo grado), difeso dal professore Mario Murone; Mario Lo Iacono (6 anni e 8 mesi); Giuseppe Merlo (4 anni e 8 mesi); Saverio Merlo (4 anni e 8 mesi) e Michele Suppa (2 anni con sospensione). Confermate le assoluzioni poi per Marco Fiorillo; Francesco D’Ascoli; Salvatore Vita e Cosmo Michele Mancuso.

Rimpiazzare i Mancuso

L’operazione “Rimpiazzo” – ritenuta il prologo di “Rinascita Scott” – è stata condotta contro i componenti della cosiddetta “Società” di Piscopio, dal nome del piccolo centro alle porte di Vibo Valentia, riconosciuta dal “Crimine di Polsi”. Al centro delle indagini, riguardanti gli anni a cavallo del 2010, le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Raffaele Moscato (condannato a 8 anni e 8 mesi), elemento di vertice della consorteria e ritenuto colui che era spesso chiamato per commettere estorsioni, danneggiamenti e omicidi. Le accuse contestate sono associazione mafiosa, concorso esterno, estorsione, danneggiamento, armi e spaccio di droga. I magistrati della Dda di Catanzaro – rappresentati in aula dal pm Andrea Mancuso – e gli investigatori della Polizia hanno ricostruito durante l’indagine circa 26 estorsioni, 9 danneggiamenti e 32 episodi di spaccio. I Piscopisani puntavano a scalzare i potenti Mancuso di Limbadi dal capoluogo vibonese e dalle frazioni marine sfruttando il fatto che molti rappresentati dei Mancuso fossero in carcere. Inizialmente i Piscopisani sceglievano le vittime delle estorsioni e delle intimidazioni individuandole tra coloro che sapevano essere sottoposti al controllo dei Mancuso. (g.curcio@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x