Ultimo aggiornamento alle 2:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

sanità

“Dulbecco”, ok del Senato accademico: non resta che la firma tra Occhiuto e De Sarro

L’Umg ratifica l’ultima bozza del protocollo con la Regione e autorizza il Rettore alla sottoscrizione dell’intesa, attesa nei prossimi giorni

Pubblicato il: 27/01/2023 – 16:31
“Dulbecco”, ok del Senato accademico: non resta che la firma tra Occhiuto e De Sarro

CATANZARO Ora non resta che la firma con il governatore Roberto Occhiuto. Consumato l’ultimo, formale, passaggio propedeutico alla firma del protocollo d’intesa tra la Regione Calabria e l’Università di Catanzaro e alla conseguente creazione dell’azienda ospedaliera unica “Renato Dulbecco” attraverso la fusione per incorporazione dell’ospedale Pugliese Ciaccio nel Policlinico universitario Mater Domini. Oggi infatti – riferiscono fonti qualificate dell’Umg – il Senato Accademico ha ratificato l’accordo nell’ultima bozza del protocollo concordata con Occhiuto e contestualmente ha autorizzato il Rettore De Sarro alla sottoscrizione del protocollo, cosa che – almeno per come riferito dallo stesso Occhiuto nei giorni scorsi – potrebbe avvenire già nella prossima settimana. Il passaggio in Senato Accademico era – come suol dirsi – un “atto dovuto” ma ha sicuramente un significato di non poco conto se si considerano le traversie che ha registrato il percorso per l’intesa Regione-Umg e per il varo della “Dulbecco”, con tanto di code polemiche (e di carte bollate). La svolta si è avuta una decina di giorni fa con l’arrivo sul tavolo di Occhiuto di un parere – richiesto dallo stesso governatore – elaborato dall’ufficio legislativo del ministero della Salute, parere che, accogliendo in realtà le tesi dell’Università di Catanzaro, ha ritenuto non più necessari a livello procedurale i due Dpcm inizialmente previsti dallo stesso Occhiuto nel Programma operativo 2022-25 della sanità calabrese quello di riconoscimento della Mater Domini quale azienda ospedaliera universitaria e poi quello per la stessa Dulbecco. E mercoledì sera lo stesso Occhiuto aveva provveduto a spianare ulteriormente la strada con un nuovo decreto commissariale che ha recepito il parere ministeriale e ha eliminato dal Programma operativo il riferimento ai due Dpcm. Ora, dunque, si attende solo la firma tra Occhiuto e De Sarro per il varo dell’azienda unica di Catanzaro, che rappresenterà un vero e proprio polo sanitario quasi unico nel panorama del Mezzogiorno: secondo l’ultima bozza “vistata” da Occhiuto e da Sarro l’intesa infatti prevederà la creazione di un’azienda da 855 posti letto, l’attivazione del Pronto soccorso anche alla Mater Domini, la suddivisione dei reparti a direzione universitaria e quelli a direzione ospedaliera, la nascita di una nuova scuola di specializzazione per l’emergenza-urgenza, l’attivazione di un polo pediatrico comprensivo di un nuovo reparto di neuropsichiatria infantile e il futuro riconoscimento di Irccs. (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x