Ultimo aggiornamento alle 22:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la protesta

La rabbia dei medici del 118 esclusi dai “ristori Covid”, Fismu verso lo stato di agitazione

Il sindacato annuncia una «protesta unitaria. La scelta è inaccettabile, per mesi in prima linea. E alcuni hanno pagato con la vita»

Pubblicato il: 06/02/2023 – 13:20
La rabbia dei medici del 118 esclusi dai “ristori Covid”, Fismu verso lo stato di agitazione

CATANZARO Per Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu l’esclusione dai ristori covid dei sanitari del 118, nella Regione Calabria, è inaccettabile dal punto di vista professionale ma soprattutto dal punto di vista etico
Francesco Esposito, segretario nazionale Fismu ricorda il ruolo del 118 nella pandemia: «I sanitari del 118 sono stati in prima linea nell’emergenza con un costo altissimo anche dal punto di vista umano, anche pagando in prima persona con la vita. Non è accettabile che la Regione dopo aver firmato un accordo adesso non lo ottemperi. In questa regione è arrivato il momento di essere coerenti e conseguenti: chi assume gli impegni poi li deve mantenere». 
«Da un lato – conclude Esposito – la Giunta Regionale si lamenta che non si riescono a reperire medici per il settore dell’emergenza, dall’altro si umiliano continuamente quei professionisti che sono già in servizio. Nei prossimi giorni Fismu riunirà una intersindacale e se non si trova una soluzione si andrà verso lo stato di agitazione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x