Ultimo aggiornamento alle 22:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

i nuovi professionisti

Ospedale Annunziata di Cosenza, inizia «una nuova era» – FOTO E VIDEO

Questa mattina l’arrivo del primo gruppo di professori e ricercatori dell’Unical per lo svolgimento di attività di tipo assistenziale

Pubblicato il: 16/02/2023 – 20:49
di Fabio Benincasa
Ospedale Annunziata di Cosenza, inizia «una nuova era» – FOTO E VIDEO

COSENZA Prima la firma dei contratti, nella sede della direzione dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, questa mattina l’arrivo del primo gruppo di professori e ricercatori dell’Università della Calabria per lo svolgimento di attività di tipo assistenziale. E’ il risultato della collaborazione tra Azienda ospedaliera e Unical, che fa parte dell’iter che in futuro porterà alla clinicizzazione dell’Annunziata. Le Convenzioni che riguardano Chirurgia, Ematologia,  Cardiologia interventistica, Laboratorio di Analisi e Sitra (Servizio Infermieristico Tecnico e Riabilitativo Aziendale). Insomma, il commissario De Salazar mantiene fede alla promessa fatta negli scorsi giorni quando a chiare lettere ha fatto intendere la volontà di cambiare passo rispetto al passato e di rilanciare l’Annunziata di Cosenza.

«Inizia una nuova era»

«Oggi è un giorno importante per l’azienda ospedaliera perché inizia una nuova era, i colleghi saranno operativi sia dal punto di vista clinico che dal punto di vista della ricerca e senza dubbio sono eccellenti le professionalità giunte a Cosenza». A parlare è il dottore Francesco Zinno, direttore della Uoc di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Cosenza. «Nel dipartimento che dirigo sono arrivati due professori, una assumerà il ruolo di direttore del laboratorio analisi e un ricercatore ci aiuterà a far ripartire la medicina di precisione vista l’esperienza nella diagnostica di elevato livello». I rinforzi garantiranno un notevole sostegno nel campo della ricerca clinica «che in tempi ragionevolmente brevi prevede una ricaduta sul paziente». Zinno si mostra particolarmente soddisfatto per l’impronta data dal nuovo commissario dell’Ao di Cosenza, De Salazar. «Era nell’aria questo cambio epocale però obiettivamente anche noi interni non immaginavamo queste tempistiche. E’ un momento particolare della sanità calabrese e al di là del numero, avevamo bisogno di professionisti di elevatissimo profilo», chiosa Zinno.

I professionisti all’Annunziata

I professionisti in servizio

Il dottore Nicola Ramacciati assume l’incarico di dirigente del Sitra, il servizio infermieristico, direzione delle Professioni Sanitarie. «L’obiettivo è poter portare un contributo collaborativo ai colleghi che adesso sono all’interno dell’Azienda». Per il dottore Massimo Gentile, direttore dell’Uoc Ematologia, «è sicuramente una giornata storica per la città di Cosenza, per l’azienda ospedaliera e per l’Università. L’ingresso di nuove forze con incarico universitario rappresenta una svolta di qualità e questa sinergia che si si è realizzata grazie all’intervento del rettore, il professor Nicola Leone e del Commissario straordinario De Salazar, sicuramente avrà un impatto sull’assistenza a livello sanitario provinciale». «Alcuni colleghi come il professor Nardo – aggiunge – già lavoravano nella azienda ospedaliera e con questo nuovo incarico universitario ricopriranno dei ruoli sicuramente differenti ma gioveranno al lavoro delle unità operative a al miglioramento della qualità assistenziale che potremmo offrire alla nostra provincia». Per gentile: «la facoltà di Medicina richiamerà anche studenti e avremo la possibilità in futuro di lavorare con le scuole di specializzazione e quindi specializzandi, dottorandi e medici in preparazione che frequenteranno i nostri ospedali. Sarà un grande indotto».
Un aspetto sottolineato proprio dal professore Bruno Nardo di Chirurgia generale. «Dovremo confrontarci con i policlinici universitari e sarà un ulteriore motivo per migliorare la qualità della sanità. Anche perché abbiamo responsabilità di formare sia gli studenti della facoltà di Medicina e Tecnologie Digitali ed anche gli specializzandi della Scuola di Chirurgia Generale che il prossimo anno saranno a Cosenza a rinvigorire l’equipe chirurgica». (f.benincasa@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x