Ultimo aggiornamento alle 6:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il punto

“Azienda Zero” ancora nel limbo, Profiti: «Piena operatività dall’1 gennaio 2024»

Il commissario dell’ente di governance della sanità illustra il cronoprogramma: «Si fa un po’ di confusione, start delle attività a luglio»

Pubblicato il: 03/04/2023 – 16:46
“Azienda Zero” ancora nel limbo, Profiti: «Piena operatività dall’1 gennaio 2024»

CATANZARO « Abbiamo programmato lo start operativo e quindi la sua gestione domestica dall’1 luglio, in modo tale da cominciare poi a strutturare le funzioni di Azienza Zero, che arrivano dall’alto dal Dipartimento regionale assorbendo quelle e che arrivano dal basso assorbendo altre attività, quindi centralizzando tutte le attività operative. E’ una fase complessa, ci siamo dati sei mesi di tempo per una piena operatività dall’1 gennaio 2024 nell’espletamento delle funzioni». Lo ha detto il commissario di Azienda Zero, Giuseppe Profiti, parlando con i giornalisti a margine di un incontro sull’integrazione delle aziende ospedaliere di Catanzaro per la creazione dell’azienda unica “Dulbecco”.

« Piena operatività dall’1 gennaio 2024»

Profiti si è soffermato sul futuro di Azienda Zero, il nuovo ente di governance della sanità calabrese voluto dal governatore Occhiuto ma ancora non a regime, e al centro anche di alcuni rilievi del tavolo Adduce. « Credo – ha esordito Profiti – che sia il caso di sgomberare il campo da un po’ di confusione che si è fatta, forse per carenza di adeguata comunicazione. Gli aspetti considerati dal Tavolo riguardano la legge, nulla hanno a che vedere con l’atto aziendale di Azienda Zero che proprio in considerazione di queste osservazioni aveva già fatto proprie. Abbiamo trasmesso l’atto aziendale, aspettiamo l’approvazione da parte del commissario, ci auguriamo a giorni in modo tale da poter cominciare a costruire Azienda Zero e avviarla già a partire dal secondo semestre di questo anno: questo è il termine che ci siamo dati. E nei sei mesi che ci siamo dati, da luglio a dicembre, riuscire a preparare l’esercizio delle funzioni di Azienda Zero ritagliando il perimetro degli enti che trasferiranno queste funzioni, in particolare la Regione e le aziende. Azienda Zero infatti – ha spiegato il commissario – è un concentrato di funzioni programmatorie, che hanno sede in Regione, e operative, che arrivano dalle azinede. L’idea, la previsione, l’impegno è partire nell’esercizio delle funzioni già dall’1 gennaio 2024. Un’annotazione per certi versi doverosa, anche per il riconoscimento a tutti coloro hanno lavorato su Azienda Zero in Calabria, è che Azienda Zero è una realtà di cui nel 2019 si è dotata anche la Regione Lazio, ebbene loro – ha rilevato Profiti – ancora non hanno ancora l’atto aziendale» .

« Con la Dulbecco vantaggi per la sanità calabrese»

Un passaggio anche sulla nascita della “Dulbecco”, attesa sostanzialmente nelle prossime settimane. Secondo Profiti « ci si augurano effetti positivi per il sistema da questa fusione. L’obiettivo è fare in modo che dalla fusione e dall’unione arrivino vantaggi per il sistema sanitario calabrese superiori alla somma degli attuali vantaggi delle due singole aziende. Sullo start parliamo di settimane, si sta lavorando da un paio di mesi per mettere in linea le procedure amministrative, tendendo presente che si sta creando un’entità da 800 posti letto, quasi 8mila dipendenti e quasi 700 milioni di fatturato. Non è un’operazione da poco, e da questo punto di vista bisogna fare in modo di avviarla disegnando il percorso e avendo chiari i vari passaggi del percorso, proprio per evitare un cammino al buio. Si tratta di mettere in linea due sistemi gestionali con tutte le complicazioni che questo tracciato può comportare. Sono processi che – ha concluso il commissario di Azienda Zero – per definizione si riescono a prevede al 90%, un 105 di inconvenienti ci saranno inconvenienti passeggeri che i futuri utenti potrebbero subire – e di questo già chiediamo loro scusa – per avere un servizio migliore». (a. c.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x