Ultimo aggiornamento alle 17:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Tensioni

La Cina simula attacco “vero” a Taiwan. Gli Usa mandano una nave da guerra

Proseguono le manovre militari su larga scala di Pechino. Mentre il cacciatorpediniere statunitense è nelle acque del mar cinese

Pubblicato il: 10/04/2023 – 10:30
La Cina simula attacco “vero” a Taiwan. Gli Usa mandano una nave da guerra

PECHINO La Cina continua anche oggi le sue manovre militari su larga scala vicino a Taiwan per il terzo giorno consecutivo. Tra queste, la simulazione di diversi attacchi di precisione su «obiettivi chiave sull’isola di Taiwan e sulle aree marine circostanti».
Le manovre militari di Pechino sono una rappresaglia per l’incontro della presidente di Taiwan Tsai Ing-wen con il presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Kevin McCarthy la scorsa settimana.
Questa mattina, il ministero della Difesa di Taiwan ha dichiarato che le forze armate taiwanesi stanno monitorando da vicino la situazione e hanno «reagito con calma». Oggi, il ministero ha registrato 59 aerei da combattimento e 11 navi dell’esercito cinese entro le 10:00 (02:00 GMT), nell’arco di quattro ore. Di questi, 39 aerei hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan e sono entrati nella zona di identificazione della difesa aerea sud-occidentale di Taiwan, una zona cuscinetto tra lo stato insulare e la Cina.
Il ministero degli Esteri di Taiwan ha condannato la provocazione cinese, affermando che essa ha ovviamente sfidato gli ordini internazionali e minato la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan e nella regione. E ha ribadito che la visita della presidente taiwanese ad altri Paesi per scopi diplomatici è un diritto fondamentale per uno Stato sovrano, affermando che la Cina non è nella posizione di intromettersi in questo settore.

Nave Usa in manovra sul Mar cinese

Nel frattempo una nave da guerra americana è in queste ore in transito nel Mar cinese meridionale. La Us Navy ha riferito che il suo cacciatorpediniere missilistico Uss Milius ha condotto oggi una missione sui diritti e le libertà di navigazione nel mar Cinese meridionale, vicino alle Isole Spratly, rivendicate da Pechino. La Marina Usa ha affermato che «l’operazione del cacciatorpediniere è conforme al diritto internazionale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x