Ultimo aggiornamento alle 22:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

sanità

L’Asp di Cosenza capofila: gestirà l’emergenza urgenza «nelle more della piena operatività di Azienda Zero»

Delibera del commissario del nuovo ente (ancora in stand by). L’azienda cosentina garantirà il funzionamento del numero unico Nue 112

Pubblicato il: 26/04/2023 – 20:10
L’Asp di Cosenza capofila: gestirà l’emergenza urgenza «nelle more della piena operatività di Azienda Zero»

CATANZARO In attesa che Azienda Zero entri pienamente a regime e pienamente nelle proprie funzioni l’Asp di Cosenza è stata individuata quale «azienda capofila al fine di garantire, gestire e rendere omogeneo, nel territorio della Regione Calabria, il funzionamento del numero unico di emergenze Nue 1-1-2 e del soccorso sanitario di emergenza e urgenza territoriale 118 ed elisoccorso». È quanto prevede una delibera del commissario straordinario di Azienda Zero Giuseppe Profiti che prende atto di un Dca e di una nota inviata sul tema dal commissario della sanità calabrese. La delibera in particolare approva lo schema di accordo tra Azienda Zero e Asp di Cosenza con il quale vengono delegate all’azienda bruzia le funzioni in tema di emergenza urgenza che la legge regionale 32 del 2021 assegna ad Azienda Zero ma che Azienda Zero ancora non può esercitare non essendo ancora operativa (operatività che – secondo una tempistica fornita da Profiti alcune settimane fa – il nuovo ente di governance che centralizza tutto il sistema sanitario dovrebbe acquisire dal gennaio 2024): le funzioni sono quelle della direzione, del coordinamento e del monitoraggio del sistema regionale dell’emergenza urgenza 118. Nella delibera comunque Profiti specifica che «rimane in capo ad Azienda Zero, quale soggetto delegante, il potere di impartire all’Asp di Cosenza direttive circa gli atti da compiere nell’esercizio della delega, nonché esercitare il potere di controllo e vigilanza» e che «l’accordo avrà durata di 3 anni, decorrenti dalla data di sottoscrizione e con la possibilità per le parti di rinnovarlo», stabilendo che «l’Asp di Cosenza dovrà predisporre, entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo, il Piano annuale di Sviluppo del Personale (Psp) dedicato alle risorse umane aggiuntive necessarie per la presa in carico e gestione di tutte le attività delegate nell’accordo». Quindi «nelle more della piena operatività di Azienda Zero», l’Asp di Cosenza – emerge ancora dalla delibera – sarà chiamata ad «assicurare la razionalizzazione del sistema logistico, la gestione integrata dei servizi tecnici, nonché l’attivazione, in ottemperanza alla direttiva europea e in collaborazione con le Aziende sanitarie provinciali competenti, del numero unico armonico a valenza sociale per le cure mediche non urgenti (116117)». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x