Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le proposte

«Alla segreteria provinciale del Pd servono nomi nuovi»

In riferimento alla formazione della segreteria provinciale del Partito democratico, riceviamo con apprezzamento l’apertura del segretario provinciale e la sua cordiale richiesta di far parte del …

Pubblicato il: 22/05/2023 – 19:22
di Controcorrente
«Alla segreteria provinciale del Pd servono nomi nuovi»

In riferimento alla formazione della segreteria provinciale del Partito democratico, riceviamo con apprezzamento l’apertura del segretario provinciale e la sua cordiale richiesta di far parte del costituendo organismo. Richiesta che segnala la sua attenzione verso la nostra presenza responsabile in questo anno di suo mandato.
Viste le difficoltà organizzative del partito, i risultati elettorali deludenti, la situazione economica denunciata come critica, non possiamo e vogliamo sottrarci alle responsabilità verso il partito e perciò siamo disponibili a far parte della segreteria provinciale.
La nostra partecipazione nei modi da lui indicati (conservando cioè la rappresentanza congressuale e con specifiche deleghe tematiche) è tuttavia subordinata alla volontà del segretario Pecoraro di mostrare attenzione a due istanze di cui sin dall’inizio ci siamo fatti portatori. In primo luogo, l’organismo non può strumentalmente essere pletorico, altrimenti rischia di essere inutile. Considerando le predisposizioni statutarie volute dallo stesso Pecoraro, attualmente fanno già parte a pieno titolo della segreteria i suoi due vicesegretari e, di diritto, altri 5 membri indicati nello statuto. Perciò riteniamo auspicabile che i membri in via di nomina possano essere una decina onde evitare appunto un organismo ridondante (anche considerando che la segreteria regionale è composta da 12 membri).
In secondo luogo, auspichiamo un deciso rinnovamento sui membri, stante che alcuni nomi apparsi sulla stampa ricoprono già ruoli istituzionali o richiamano passate stagioni, alcune delle quali assai poco esaltanti o non proprio edificanti. Del resto, saremmo sorpresi se la natività democratica più volte richiamata da Pecoraro necessiti della ingombrante presenza di anacronistici re Magi, a cui potrebbero di fatto venir consegnate le chiavi della federazione. Restiamo in attesa di capire se possiamo essere di aiuto a un cambiamento di pagina nel Pd di Cosenza, che comporti il superamento di logore prassi sempre meno accettate dagli elettori.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x