Ultimo aggiornamento alle 17:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

la conferenza stampa

«Una rivincita per me e per la città». Fabrizio Maglia pronto a scrivere una nuova storia con l’Fc Lamezia Terme – VIDEO

È il giorno del nuovo direttore sportivo. «Tornare tra i professionisti, c’è il budget per farlo». Poi i numeri: «10 giugno data speciale»

Pubblicato il: 10/06/2023 – 14:41
di Giorgio Curcio
«Una rivincita per me e per la città». Fabrizio Maglia pronto a scrivere una nuova storia con l’Fc Lamezia Terme – VIDEO

LAMEZIA TERME Il carisma è rimasto intatto, proprio come a Lamezia lo ricordavano ai tempi della promozione in Lega Pro. In mezzo tante vicissitudini, un capitolo chiuso come quello legato a “Dirty Soccer” e una nuova storia da scrivere in città, questa volta con altri colori, quelli dell’Fc Lamezia Terme. In conferenza stampa, questa mattina, Fabrizio Maglia si è presentato puntuale, deciso e con il piglio di chi sa di avere i riflettori puntati addosso. Ed è forse già questo uno degli aspetti più positivi ed entusiasmanti per chi, da molti anni, vive di calcio e il calcio sotto ogni punto di vista. Ma anche con la consapevolezza di avere le spalle abbastanza larghe per poterne reggere il peso.

L’approdo all’Fc Lamezia Terme

Il nuovo direttore sportivo del club del patron Felice Saladini, accompagnato dal presidente Massimo Amendola, ha già in mente il progetto sportivo, i mezzi per poterlo realizzare e il sogno di portare la città di Lamezia Terme tra i professionisti. La categoria che meritano i lametini, certo, ma anche una società che ha sposto molto (tanto) e a tratti anche un po’ male. Quella dell’Fc per Maglia è stata una chiamata inaspettata, ma l’occasione giusta al momento giusto. L’obiettivo, come ammesso in conferenza, è quello di vincere il campionato ma soprattutto di combattere fino all’ultima partita, senza gettare la spugna già a gennaio. «Qui c’è un budget importante, anche per poter allestire una squadra in grado di vincere il campionato. Ma, come sapete, io sono abituato anche a fare tanto con poco anzi, molte volte quando si hanno tanti soldi si commettono molti errori. Fermo restando che la proprietà, qualora ci fossero delle problematiche nell’acquisizione di giocatori in grado di fare la differenza, è pronta a “sforare”».

Il mercato e il nuovo allenatore

Maglia, incalzato dalle domande dei giornalisti, ha parlato del nuovo allenatore che c’è ma non può essere ancora ufficializzato e dei nuovi arrivi. Alcuni nomi già ci sono «ma il mercato è ancora in fermento perché i procuratori sanno che l’Fc ha l’ambizione di vincere il campionato. Lo stesso vale per gli allenatori: quelli che si propongono con il procuratore qui non lavoreranno mai». Per fare il salto di categoria, ha poi spiegato Maglia, non bastano i grandi nomi, servono tanti giovani (anche in virtù del regolamento) ma soprattutto «gente abituata a vincere, voglio vedere calciatori che, come dico spesso, brucino l’erba del campo».

Il 10 giugno, i tifosi e la città

Per quelli legati ai numeri, alle coincidenze o soltanto alla fede, c’è la data del 10 giugno che per Fabrizio Maglia ha un particolare significato: il compleanno del figlio, la chiusura definitiva del capitolo “Dirty Soccer” e il nuovo approdo in città all’Fc. «Per me è un cerchio che si chiude e sono certo che proprio da questo giorno possa ripartire il mio percorso per cercare di raggiungere certi livelli anche se credo sia difficile ma ancora ci spero e mi auguro che questa città possa tornare al più presto nel professionismo». Capitolo città e tifosi. Per il nuovo ds «è normale che, se questo club raggiungerà obiettivi importanti i giovani saranno portati ad amarla, dall’altra parte capisco che c’è una squadra legata da 100 anni a questa città e che ha raggiunto obiettivi importanti, quindi massimo rispetto. Bisognerebbe creare una certa collaborazione anche nella gestione di certe dinamiche perché si vive tutti nella stessa città e in categorie diverse».

Lo sguardo al passato

Nel corso della conferenza Fabrizio Maglia riapre, anche un po’ di rabbia e rammarico palpabili, un capitolo legato alle vicende del maggio del 2015. «Quando avevo percepito alcune situazioni in quell’ultimo mese del campionato del 2015 – spiega – ho preferito far finta di niente, ho messo la testa sotto la sabbia e ho cercato di arginare certe situazioni e mettere in subbuglio la città e la squadra che avevo portato in Lega Pro. Io pensavo che quella squadra, anche senza Fabrizio Maglia con qualche innesto, sarebbe riuscita ad andare avanti senza di me. Purtroppo, in quel periodo al club si sono avvicinati soggetti che poi alla luce dei fatti si sono rivelati scomodi. Mi rimprovero di essere stato troppo leggero, di non aver analizzato bene la situazione e di aver dato troppa confidenza a troppe persone che io all’epoca purtroppo non conoscevo, non faccio il poliziotto».  Poi si toglie qualche sassolino dalla scarpa: «Quando quel maledetto 15 maggio è accaduto quello che è accaduto, tanti giornalisti, tante testate e tante radio fecero a gara per avere notizie e scoop su Fabrizio Maglia. Quando poi la mia posizione è stata stralciata, non ho visto un rigo che riportasse la notizia per come doveva essere riportata». «Io non ho voluto fare alcun comunicato, non dovevo giustificarmi. Chi mi conosce da tempo sa chi è Fabrizio Maglia, certe porcherie non mi sono mai appartenute e mai mi apparterranno, tanto più nella mia città, questo ve lo garantisco».

Un nuovo capitolo

Una sfida entusiasmante per Fabrizio Maglia ma senz’altro impegnativa. «C’è ancora l’entusiasmo giusto nonostante in questi tre anni abbiano speso tanto, non voglio dire sperperato, ma hanno speso molto. Mi auguro di poter far sì che questo entusiasmo rimanga perché, se non vinci, è possibile che una società ad un certo punto si stanca». (g.curcio@corrierecal.it)  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x