Ultimo aggiornamento alle 23:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

dalla cittadella

Cercasi (disperatamente) nuovo tesoriere, ecco l’ultimo avviso della Regione Calabria

Manifestazione di interesse per una procedura negoziata dopo che quella aperta non aveva avuto alcun esito. Appalto dell’importo di oltre 36 milioni

Pubblicato il: 19/06/2023 – 14:54
Cercasi (disperatamente) nuovo tesoriere, ecco l’ultimo avviso della Regione Calabria

CATANZARO Cercasi (disperatamente) nuovo tesoriere. Nuovo avviso della Regione Calabria che prova a individuare l’operatore economico per la gestione del servizio di tesoreria “centralizzato” – riguarda infatti la Giunta ma anche gli enti strumentali e le aziende sanitarie e ospedaliere – dopo che il primo tentativo è sostanzialmente fallito.

L’iter (travagliato)

Nell’avviso, pubblicato sul sito istituzionale della Regione, si ricorda infatti che «la Regione Calabria con decreto dirigenziale numero 2378 del 20 febbraio 2023 ha indetto una procedura aperta ad evidenza pubblica per la quale non è pervenuta alcuna offerta entro i termini stabiliti». A quanto risulta, in pratica dalle banche eventualmente interessate non arrivò, alla scadenza del 31 marzo scorso, alcuna offerta anche e soprattutto a causa della richiesta da parte della Regione di una anticipazione nei casi di «momentanee esigenze di cassa», richiesta ritenuta dagli istituti eccessivamente onerosa (oltre 1,3 miliardi, 450 milioni solo per la Giunta, si fa intendere da fonti della Cittadella). Da qui la decisione della Regione di correre ai ripari e rimodulare il procedimento, passando dalla procedura aperta a quella negoziata, e senza bando.

Il nuovo avviso

Nel nuovo avviso quindi la Regione indice una manifestazione di interesse per «avviare un’indagine di mercato per l’invito alla successiva procedura negoziata, senza bando, ai sensi dell’articolo 63, commi 1 e 2 lett. a), del dlgs 50/2016. L’indagine di mercato consentirà alla Stazione Appaltante di avviare la procedura di affidamento con i candidati che, in possesso dei requisiti richiesti, si proporranno, senza che ciò possa ingenerare negli operatori alcuna pretesa». L’appalto è costituito da un unico lotto, per un importo stimato in euro 36.375.000,00 (mentre l’importo a base di gara è pari ad euro 24.250.000,00). Per partecipare sono comunque previsti requisiti piuttosto stringenti, sintetizzabili in una notevole solidità finanziaria «al fine – si legge poi nell’avviso – di consentire la selezione di un operatore economico affidabile e con esperienza specifica, considerata l’entità, la complessità e la rilevanza sociale delle prestazioni oggetto di gara»: si richiede poi l’espletamento di servizi di Tesoreria per almeno 3 enti del servizio sanitario nazionale, per almeno 3 enti territoriali, regioni e/o provincie e/o Comuni. L’aggiudicazione dell’appalto avverrà con il criterio del minor prezzo. La Stazione appaltante – prosegue l’avviso della Regione – «procederà con l’aggiudicazione dell’appalto anche in presenza di una sola offerta valida» riservandosi comunque la facoltà «di decidere di non procedere all’aggiudicazione del servizio, se nessuna offerta risulti conveniente o idonea». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x