Ultimo aggiornamento alle 21:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La denuncia

Ospedale di Castrovillari, l’allarme di Laghi: «Ridotta l’attività chirurgica urgente»

Appello del capogruppo DeMa in Consiglio: «È un gioco al massacro. L’Asp intervenga a tamburo battente»

Pubblicato il: 26/06/2023 – 20:16
Ospedale di Castrovillari, l’allarme di Laghi: «Ridotta l’attività chirurgica urgente»

CASTROVILLARI «Un’altra tegola, di quelle pesanti, è caduta sull’ospedale di Castrovillari. A seguito dei problemi di carenza di medici anestesisti, il cui numero è stato di recente ulteriormente ridotto dalla malattia di uno dei pochi “superstiti”, è stata sospesa ogni attività urgente pomeridiana e notturna del reparto di chirurgia generale che, pur tra mille difficoltà, continuava a essere operativo h24, almeno per i casi urgenti. I cosiddetti “interventi di elezione”, quelli cioè programmabili, erano stati già sospesi. Ora se un paziente si presentasse al Pronto soccorso dell’ospedale del Pollino, dopo le ore 14, per una malattia necessitante di intervento immediato, dovrebbe comunque essere trasferito in altro ospedale». È quanto si legge in una nota del consigliere regionale Ferdinando Laghi. «Non è semplicemente accettabile – afferma Laghi – che reparti e servizi di un ospedale spoke, quello di Castrovillari, che dovrebbe servire adeguatamente tutto il centro-nord Calabria, non funzionino o funzionino a scartamento ridottissimo per pazienti che legano la loro possibilità di sopravvivenza all’adeguatezza, ma anche alla tempestività delle cure. Alla ridotta attività dell’emodinamica per i pazienti infartuati, solo 6 ore su 24 al giorno, si va ora ad aggiungere la sospensione, pur essa pomeridiana e notturna, di ogni attività chirurgica».
«È imperativo che si intervenga, da parte dei vertici dell’Asp, a tamburo battente, anche perché la riduzione del numero dei medici anestesisti rianimatori – ha continuato il capogruppo alla regione di “De Magistris Presidente” – rischia di innescare un “effetto domino”, con ulteriori gravissimi disagi. Non è possibile assistere a questa progressiva debacle della sanità pubblica del territorio Esaro-Pollino-Sibaritide, vera e propria negazione del diritto alla salute dei cittadini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x